Chi è Teresa la mamma di Manila Nazzaro: età, malattia, storia, figli e nipoti

Teresa è la fantastica mamma di Manila Nazzaro. Andiamo a scoprire i segreti della loro vita privata.

Le due hanno un rapporto molto intenso e molto stretto come ha raccontato la concorrente del reality di Canale 5.

Andiamo, quindi, a scoprire chi è la madre dell’ex miss Italia.

Chi è Manila Nazzaro

La Nazzaro é nata a Foggia il 10 ottobre 1977 e diventa famosa dopo aver partecipato a Miss Italia nel 1999 vincendo il concorso.

Successivamente è testimonial di diverse campagne pubblicitarie e telepromozioni ed inoltre inizia a studiare recitazione, seguita da Isabella Del Bianco, presso il Teatro Azione di Roma.

E’ la protagonista femminile del film Il paradiso può attendere di Harry Segall, con Gianfranco D’Angelo che ne cura anche la regia insieme con Anna Lezzi.

Nella stagione successiva è protagonista del musical Scanzonatissimo di Dino Verde, regia di Carlo Nistri. Nel 2005 è la presentatrice della TV interattiva Music Box Italia e testimonial dell’Alitalia.

Nel 2007 recita in teatro in Bed and Breakfast di Guido Polto e Claudia Poggiani, con Salvatore Marino. Tra il 2008 e il 2009 prende parte allo spettacolo del Bagaglino, Sex and Italy: una piccola storia d’Italia attraverso il sesso, come primadonna.

Nell’aprile 2009 è su Canale 5 con Bellissima – Cabaret anticrisi, programma del Bagaglino dal Salone Margherita. Nel 2009 conduce insieme a Raffaello Tonon Miss Italia Channel.

Nel 2010 è una delle inviate della diciannovesima edizione de La partita del cuore, condotta da Fabrizio Frizzi e Milly Carlucci.

Nelle stagioni televisive 2014-2015 e 2015-2016 è una delle inviate del programma Mezzogiorno in famiglia, in onda su Rai 2 è poi promossa presentatrice in studio al fianco di Massimiliano Ossini.

Chi è la mamma di Manila Nazzaro

Per quanto concerne il rapporto con la madre, Manila Nazzaro ha raccontato che la donna è stata molto importante per lei.

Il mio anno difficile oggi ha messo un punto. Un capitolo difficile e doloroso arrivato al capolinea. Accanto a me poche persone che non mi hanno mai lasciato sola. I miei genitori e gli amici più stretti. Loro sono stati per l’ennesima volta la mia ancora di salvataggio”.