Chi è Marina Cicogna: età, compagna, carriera e vita privata

Marina Cicogna è una delle prime donne italiane ad essere diventata una famosa produttrice cinematografica.

Nel corso della sua lunga carriera ha collaborato con i grandi del cinema italiano; tra questi ricordiamo: Pier Paolo Pasolini, Vittorio De Sica, Franco Zeffirelli ed Alberto Sordi.

Chi è Marina Cicogna: età, compagna, carriera e vita privata

La Cicogna è una delle discendenti dell’antico casato lombardo dei Cicogna Mozzoni, mentre suo nonno era Giuseppe Voli il fondatore della mostre del cinema di Venezia.

Cresciuta in questo mondo Marina sin da bambina, ha mostrato il suo estro e la sua passione per il mondo dello spettacolo.

Nel corso della sua carriera ha prodotto alcuni fra i più importanti film italiani del cinema d’autore, tra cui: Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

Insieme a suo fratello Bino, sono stati nella direzione di una delle più importanti case di produzione cinematografiche la: Euro International Film.

Nel corso della sua vita si è occupata anche di arte e ad oggi è la presidente onoraria dell’accademia internazionale d’arte ad Ischia.

La vita Privata di Marina Cicogna

Per quanto riguarda la sua vita privata è di dominio pubblico, che ha avuto una relazione durata più di 20 anni con l’attrice Florinda Bolkan.

Le due si incontrano nel 1968 e qualche anno dopo si innamorano perdutamente, infatti la Cicogna la fa ben resto entrare a far parte del bel mondo, portandola con sé in vacanza a Ischia.

In un intervista Marina Cicogna parlando della compagna ha dichiarato: “L’incontro con lei è stato un caso, perché l’ho frequentata due anni prima di cominciare a vederla in altro modo e a vivere con lei. Aveva il dono della bellezza, sicuramente, ma era anche molto simpatica e divertente. Con lei, poi, ho scoperto il Brasile che è un Paese che mi piace tantissimo”.

Dopo la fine della relazione con Florinda Bolkan, la Cicogna incontra Benedetta Gardona, e ben presto le due si innamorano.

Dopo qualche anno Marina decide di adottarla legalmente avendo la donna venti anni in meno di lei e quindi Benedetta Gardona diventa sua figlia a tutti gli effetti.

L’idea dell’adozione è nata per garantire un futuro alla compagna che non avrebbe avuto nulla in eredità se lei fosse morta improvvisamente.