Chi è il figlio di Memo Remigi, il marito di Francesca Cavallin: età, figli e lavoro

Memo Remigi è uno dei personaggi del mondo dello spettacolo più apprezzati di sempre ed ultimamente lo abbiamo visto anche in gara a Ballando con le stelle.

Andiamo a scoprire insieme chi è suo figlio perché molti di voi forse ne avranno anche sentito parlare…

Chi è il figlio di Memo Remigi?

Il figlio di Memo Remigi si chiama Stefano ed è nato dalla relazione tra il noto personaggio e la moglie Lucia. Tra l’altro una bellissima storia d’amore che è durata fino alla morte della donna, per cui Memo ha sofferto tantissimo.

Ritorniamo però sul figlio. E’ nato nel 1969. Stefano Remigi è abbastanza noto nel mondo dello spettacolo ed in effetti ha cercato di seguire le stesse orme di suo padre Memo, tentando la strada del successo e riuscendo ad ottenere davvero tante soddisfazioni dal punto di vista professionale.

Il lavoro ha regalato davvero tante gioie a Stefano e una delle tante è proprio sua moglie. Lei è Francesca Cavallin, anche lei decisamente famosa nel mondo dello spettacolo prima come modella e poi come conduttrice tv e attrice.

Leggi anche: Chi è Stefano Remigi il marito di Francesca Cavallin: età, figli e lavoro

La storia d’amore tra Francesca Cavallin e Stefano Remigi

I due si sono conosciuti per la prima volta proprio grazie alla loro professione. Nel 2012 si sono sposati e da questo amore sono nati due figli Leonardo e Jacopo.

Leggi anche: La vera storia di Francesca Cavallin: chi è, età, marito, figli, cosa fa oggi

Dopo tantissimi anni insieme, Stefano e Francesca hanno però deciso di separarsi e di chiudere il loro matrimonio.

C’è da dire anche che Remigi ha altri due figli che sono nati da una storia d’amore avuta ancor prima di conoscere la Cavallin.

Ma che cosa fa attualmente il figlio di Memo Remigi? L’uomo nel corso della sua carriera, come dicevamo, è riuscito ad ottenere davvero tanti traguardi e successi.

Attualmente fa il regista ed è proprio per il suo lavoro che non è conosciuto soltanto per essere un figlio d’arte.