Chi è Ferzan Özpetek: età, lavoro, carriera, marito e curiosità sul regista

Ferzan Özpetek è tra i registi più amati dal pubblico di tutto il mondo per i suoi film carichi di sentimenti. E’ di origine turca ma naturalizzato italiano.

Chi è Ferzan Özpetek: età, lavoro, carriera, marito e curiosità sul regista

Ferzan Özpetek è nato ad Istanbul il 3 febbraio 1959 e da ragazzo si trasferirsi come studente universitario a Roma per studiare Storia del cinema alla Sapienza.

Frequenta corsi di Storia dell’Arte e del Costume all’Accademia Navona e corsi di regia all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico.

Il suo primo lavoro come aiuto regia è in Scusate il ritardo (1982) di Troisi, seguito da Son contento di Ponzi, in cui ha una piccola esperienza come attore, interpretando un madonnaro.

Il suo debutto cinematografico come regista avviene nel 1997 con il film Il bagno turco, una co-produzione tra Italia, Spagna e Turchia. Il film, uscito nelle sale cinematografiche nel maggio 1997, ottiene grande successo di critica e pubblico.

Nel 1999 realizza Harem Suare, ambientato nella sua terra natale, raccontando la tormentata storia d’amore tra la favorita del sultano, Safiye, e l’eunuco Nadir, sullo sfondo della caduta dell’Impero ottomano.

Dal Duemila al 2010

Dirige nel 2001 Le fate ignoranti, interpretato da Margherita Buy e Stefano Accorsi, una commedia agrodolce che affronta temi come l’amicizia e l’omosessualità.

Nel 2003 è la volta de La finestra di fronte, interpretato da un nutrito cast che comprende Giovanna Mezzogiorno, Raoul Bova, Filippo Nigro e Massimo Girotti, alla sua ultima interpretazione. Anche questo film ottiene un grande riscontro di pubblico e critica.

Nell’anno 2007 viene distribuito nelle sale Saturno contro. Il film ottiene un buon successo, vincendo 4 Ciak d’oro, 5 Globi d’oro, 4 Nastri d’argento e un David di Donatello.

Il 2008 è un anno importante per Özpetek, che segna un svolta nella sua carriera. Un giorno perfetto viene presentato in concorso alla 65ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Nel 2009 intraprende un nuovo progetto cinematografico: dirige il film Mine vaganti, una commedia che racconta le vicissitudini familiari di una famiglia di Lecce.

Dal 2010 ai giorni nostri

Mine vaganti è una commedia corale in uscita nel marzo del 2010, con un cast che comprende Riccardo Scamarcio, Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Ennio Fantastichini e molti altri.

Nel 2011 per il film Mine vaganti il Bif&st di Bari gli ha assegnato il Premio Mario Monicelli per la migliore regia, il Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto e il Premio Suso Cecchi D’Amico per la miglior sceneggiatura.

Il 28 aprile 2011 intraprende una nuova avventura professionale, debuttando alla regia teatrale con l’opera lirica Aida.

Nel marzo 2014 esce nelle sale cinematografiche italiane il suo decimo film, intitolato Allacciate le cinture.

A marzo 2017 esce nelle sale cinematografiche italiane e turche il suo undicesimo film, Rosso Istanbul, basato sul suo primo ed omonimo romanzo. Il film è girato a Istanbul con un cast composto interamente da attori turchi.

A fine 2017 esce il film Napoli velata, che ottiene un buon successo al botteghino.

Vita privata di Ferzan Özpetek

Il 27 settembre 2016, nella sala consiliare del Campidoglio di Roma, si è unito civilmente a Simone Pontesilli, con cui conviveva da quattordici anni.