A Napoli la mostra “Chagall. Sogno d’amore”: in esposizione più di 150 opere

Aprirà i battenti il 15 febbraio alla Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta di Napoli la mostra su Marc Chagall, il grande pittore russo.

Fino al 30 giugno verranno mostrate oltre 150 opere in un percorso espositivo diviso in 4 sezioni e curata da Dolores Durán Úcar, prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia.

La mostra “Chagall. Sogno d’amore” racconta la vita del pittore attraverso opere in cui vengono raffigurati ricordi d’infanzia, fiabe, poesie, religione e guerra e i cui paesaggi sono popolati da personaggi, reali o immaginari.

Brigitte Nielsen: chi è, età, figli, marito, vita privata e carriera della showgirl

E' stata un'icona un simbolo della televisione italiana degli anni '80 e '90, parliamo di Brigitte Nielsen. Brigitte Nielsen: chi è, età, figli, marito, vita privata...

Nelle sue opere Chagall si ispirava alla vita popolare della Russia europea e ritrasse numerosi episodi biblici che rispecchiano la sua cultura ebraica. I suoi dipinti si inseriscono in diverse categorie dell’arte contemporanea: prese parte ai movimenti parigini che precedettero la prima guerra mondiale. Tuttavia, rimase sempre ai margini di questi movimenti, compresi il cubismo e il fauvismo. Fu molto vicino alla Scuola di Parigi e ai suoi esponenti, come Amedeo Modigliani.

I dipinti sono ricchi di riferimenti alla sua infanzia: comunicò felicità e ottimismo tramite la scelta di colori vivaci e brillanti. Il mondo di Chagall era colorato, come se fosse visto attraverso la vetrata di una chiesa.

Per info e prenotazioni è possibile chiamare lo 081 1865941. Chi acquista il biglietto entro il 15 gennaio ha diritto al 25% di sconto: il costo del biglietto intero è di  € 11 (anziché € 14) – audioguida inclusa; ridotto 9 (anziché € 12) – audioguida inclusa e Bambini € 4 (anziché € 6) – audioguida inclusa.

Per quanto riguarda i gruppi e le scuole, entro il 15 marzo pagheranno rispettivamente 9 euro a persona (anziché € 10), € 4 a studente (anziché € 5) e le scuole dell’infanzia € 2 ad alunno (anziché € 3).

La mostra sarà aperta fino al 30 giugno tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00