Cetara, maltempo dello scorso dicembre: comunicazione dei danni subito entro il 15 settembre

Il Comune di Cetara rende noto che tutti coloro che hanno subito danni in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 21 e 22 dicembre 2019 possono trasmettere gli eventuali danni subiti entro il 15 settembre 2020 quale termine ultimo.

Possono presentare domanda tutti i soggetti interessati, privati cittadini, persone fisiche e giuridiche, titolari di attività economiche e produttive.

Si precisa che le segnalazioni dovranno essere distinte tra danni subiti al patrimonio privato – scheda B1 – e danni alle attività economiche-produttive – scheda C1, mediante la compilazione delle stesse allegate all’OCDPC n. 649/2020 nonché al Decreto del Commissario delegato n. 2 del 23/07/2020 reperibili presso l’ufficio Protocollo di questo Comune o scaricabili da questo link, anche in formato editabile.

Trasporti in Costiera: integrate le corse sulla tratta Amalfi – Ravello – Scala /...

Sicurezza Trasporti Autolinee SITA sud comunica che a partire da domani, giovedì 6 agosto 2020, saranno integrate alcune corse nelle ore serali sull'autolinea Amalfi...

Si evidenzia, inoltre, che i contributi di cui al presente avviso sono riconosciuti solo nella parte eventualmente non coperta da polizze assicurative.

Di seguito l’avviso del comune:

Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 649 del 11 marzo 2020 recante “Disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 21 e 22 dicembre 2019 nel territorio della Regione Campania” – Ricognizione dei fabbisogni concernenti il patrimonio privato ed alle attività economiche e produttive di cui all’art. 3 dell’OCDPC 649/2020

IL SINDACO

PREMESSO CHE:

● ai sensi dell’articolo 1, comma 1, dell’OCDPC n. 649 del 11 marzo 2020, il Direttore Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile della Regione Campania, è stato nominato Commissario delegato per l’ambito territoriale di propria competenza;
● ai sensi dell’articolo 3, comma 1, dell’OCDPC n. 649 del 11 marzo 2020, il Commissario delegato deve identificare, entro sessanta giorni dall’approvazione del piano degli interventi di cui all’art. 1 comma 3 della medesima ordinanza, tra l’altro, gli interventi più urgenti di cui al comma 2, lettere c) d) ed e) dell’art. 25 comma 2 del D.lgs n. 1 del 2 gennaio 2018, ai fini della valutazione dell’impatto effettivo degli eventi calamitosi in rassegna;
● con Decreto del Commissario delegato n. 2 del 23/07/2020 sono stati approvati i criteri tecnici amministrativi da seguire per la ricognizione di tali fabbisogni;

● alla ricognizione dei fabbisogni relativi al Patrimonio Privato e delle Attività Economiche e produttive dovranno provvedere le Amministrazioni Comunali individuate Soggetti Attuatori per l’espletamento delle attività di ricognizione con il sopra citato Decreto;
● le Schede B1 e C1 trasmesse al Comune, unitamente alle Tabelle B1 e C1 riepilogative che dovranno redigere gli uffici preposti del Comune – dovranno, dopo il richiesto controllo, essere trasmesse entro e non oltre il 30 settembre 2020, al Commissario Delegato di cui all’OCDPC 649/2020;