La ceramica di Vietri sul Mare punta a diventare Patrimonio Mondiale dell’Unesco

Foto by Pagina Facebook Buongiorno Ceramica Vietri sul Mare

La ceramica di Vietri sul Mare si candida per diventare Patrimonio Mondiale dell’Unesco. La proposta della candidatura proviene da Enzo Maraio consigliere regionale socialista che ha constatato il fatto che la ceramica artistica del paese costiero risponde almeno a quattro dei dieci criteri previsti dall’Unesco.

Attraverso un ordine del giorno Maraio ha chiesto alla giunta regionale della Campania e al presidente Vincenzo De Luca di «attivarsi nelle relative sedi affinché l’arte della ceramica vietrese venga riconosciuta patrimonio dell’Unesco per garantire, negli anni, la sua tutela e la sua incentivazione soprattutto verso le nuove generazioni».

«La ceramica vietrese- continua Enzo Maraio –  rappresenta un capolavoro del genio creativo umano ed è portatrice di una testimonianza unica di tradizione culturale. Negli anni ha caratterizzato anche l’urbanizzazione del comune di Vietri sul Mare, tanto che numerosi critici d’arte definiscono il territorio comunale vietrese “un museo naturale a cielo aperto”».

Amalfi: tutti pazzi per Justin Bieber. Il cantante si ferma con fan e turisti...

E' ormai Justin Bieber mania in Costiera Amalfitana. Il cantante canadese idolo dei teenagers sta soggiornando insieme alla modella statunitense, nonché fidanzata, Hailey Baldwin...

Il provvedimento punta ad arricchire le azioni già messe in campo di recente dalla Regione Campania a tutela delle eccellenze territoriali, della salvaguardia e dell’implementazione delle imprese artigiane. Proprio nei giorni scorsi, infatti, è stato pubblicato dalla giunta regionale della Regione un bando per il finanziamento del Fondo per le Imprese Artigiane Campane.

Sono tre le linee d’inverto per una somma complessiva di 28 milioni di euro secondo quanto previsto dal testo normativo: innanzitutto la promozione e valorizzazione d’imprese artigiane artistiche e religiose a cui andrà una dotazione finanziaria da 14 milioni; l’innovazione delle imprese artigiane a cui andrà una dotazione finanziaria da 7 milioni, ed infine lo sviluppo di nuove tecnologie nella fruizione dei servizi delle imprese Artigiane  a cui andrà una dotazione finanziaria da 7 milioni di euro.

In attesa del riscontro della proposta di Maraio ricordiamo che Vietri sul Mare e la sua ceramica è presente al progetto dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, in collaborazione con il centro TeDis della Venice Internation University “Mater Ceramica”,  che vuole rilanciare l’arte della ceramica nel mondo e che parteciperà il 19 e il 20 maggio alla quarta edizione di “Buongiorno Ceramica!”, l’evento che vuole far riscoprire il valore e la bellezza della ceramica artistica.