Cava de’Tirreni: botti e bevande alcoliche, il sindaco Servalli vara l’ordinanza

Con ordinanza sindacale n.88 del 27 dicembre 2018, è vietato su tutto il territorio comunale di Cava de’Tirreni ed in particolare nel centro storico, nei luoghi pubblici e in quelli privati, far esplodere petardi, mortaretti e botti di qualsiasi tipologia, ad eccezione del 31 dicembre 2018 e del 1° gennaio 2019.

L’ordinanza emanata, soprattutto, per la tutela degli animali, vieta negli esercizi commerciali di vicinato e sulle aree pubbliche, a partire dalla data di emissione della stessa e fino a tutto il 1° gennaio 2019, la vendita di ogni tipo di fuochi d’artificio, cosiddetti “fuochi di libera vendita” o “declassificati”.

E’ vietato, altresì, cedere, a qualsiasi titolo, o permettere l’utilizzo in qualsiasi condizione, a minori degli anni 14 i fuochi di categoria 1 e superiori e a quelli di anni 18, i fuochi di categoria 2 e 3 del decreto legislativo 4 aprile 2010, n.58.

Maldestro in Tour: prima tappa a Sorrento del «Mia madre odia tutti gli uomini»

Partirà sabato 19 gennaio da Sorrento, per poi approdare il 29 gennaio al Teatro Sannazaro di Napoli, il tour di Maldestro per presentare il...

Chiunque violi le disposizioni della presente ordinanza è soggetto alle seguenti sanzioni:
1ᵃ violazione nell’anno: il trasgressore è ammesso, ai sensi di legge, al pagamento in misura ridotta di una sanzione di euro 100,00;
2ᵃ violazione nell’anno: il trasgressore è ammesso, ai sensi di legge, al pagamento in misura ridotta di una sanzione di euro 150,00.

Con ordinanza sindacale n.89 del 27 dicembre 2018, si vieta, su tutto il territorio comunale, dalle ore 12.00 del 5 gennaio, alle ore 06.00 del 6 gennaio 2019, la vendita per asporto bevande sia alcoliche sia analcoliche contenute in bottiglie e bicchieri di vetro, lattine e altri contenitori similari, prescrivendo che le bevande potranno essere consumate all’esterno dei locali solamente in bicchieri di plastica che dovranno, successivamente, essere smaltiti in appositi contenitori messi a disposizione dai titolari dei pubblici esercizi o delle attività di vendita.

Inoltre è fatto divieto consumare bevande in bottiglie e bicchieri di vetro, lattine ed altri contenitori similari nelle strade, piazze ed aree ricomprese nel Borgo Grande.

Le misure sanzionatorie sono:
– da euro 100,00 ad euro 500,00 ( pagamento in misura ridotta di euro 166,66) prevista a carico dei trasgressori;
– da euro 50,00 ad euro 500,00 ( pagamento in misura ridotta di euro 100,00) per gli esercenti che non espongono in maniera visibile l’avviso all’utenza del divieto di vendita per asporto di bevande in bottiglie e bicchieri di vetro, lattine ed altri contenitori similari.

Resta fermo il divieto di vendere e somministrare nel territorio comunale bevande alcoliche e superalcoliche ai minori di 16 anni e ai minori di anni 18.