Cava de’ Tirreni: troppe coppiette si scambiano effusioni in auto. Residenti esaperati

Continua a Cava de’ Tirreni il fenomeno delle coppiette che si appartano in macchina in varie zone della località San Giuseppe al Pozzo.

Come riporta il quotidiano La Città, sembra che un cittadino, stanco di beccare continuamente coppiette chiuse in macchina intente a scambiarsi effusioni, si sia avvicinato ad un’auto e che ne abbia fotografato la targa promettendo anche una denuncia.

L’episodio è avvenuto tra la notte di martedì e mercoledì quando un residente del posto, stanco appunto di tutte quelle auto ferme in sosta per ospitare calde effusioni, si è avvicinato ad una di queste con a bordo una coppia.

Chi è Rosa Caracciolo la moglie di Rocco Siffredi: età, figli e carriera

Rosa Caracciolo è conosciutissima per essere la moglie di Rocco Siffredi. Lei ha chiuso molto velocemente con il mondo dei film hard, dedicandosi alla moda. Chi...

L’uomo si è avvicinato all’auto, con tanto di fogli di giornale appostati sui finestrini per avere un po’ di privacy e, come racconta sempre La Città, avrebbe bussato al finestrino chiedendo gentilmente alla coppia di andare via.

Da questo fatto ne è nato un diverbio con il residente che ha minacciato di denunciare tutto alle autorità competenti mentre fotografava la targa del veicolo.

La coppietta ha così interrotto le effusioni partendo in macchina mentre l’uomo ha fatto già sapere che sporgerà regolare denuncia per presunti atti osceni in luogo pubblico.

L’episodio ha di nuovo fatto accendere i riflettori sulla questione delle strade così dette dell'”amore”. Il fenomeno infatti non interessa solo via Gaudio Maiori ma anche altre zone della città metelliana come la località Pietra Santa della frazione Corpo di Cava, poco distante dall’Abbazia Benedettina o la frazione Croce o via Gramsci.

Per i residenti il problema, oltre ad essere propriamente quello degli atti osceni in luogo pubblico, risiede anche nel fatto che il giorno dopo si trovano la strada con vari rifiuti tra cui, in primis, profilattici e fazzoletti.

Una situazione diventata ormai insostenibile che necessita assolutamente di una regola che metta d’accordo i residenti delle strade di Cava tanto amate dalle coppiette.