Cava de’ Tirreni: Stalker Insegue la Ex in Auto fino a Salerno

Un 50enne salernitano è stato arrestato per aver perseguitato la ex fidanzata inseguendola in auto da Cava de’ Tirreni a Salerno.

La notizia è stata riportata dal quotidiano locale La Città di Salerno.

L’uomo, nonostante fosse già stata redarguito dal Questore sempre per stalking, avrebbe continuato a pedinare la donna, creando in lei ansia e paura.

Oroscopo Paolo Fox di Oggi 14 Novembre: classifica dei segni

E’ finalmente iniziato il fine settimana e se siete curiosi di sapere cosa riserveranno gli astri per questa giornata di giovedì 14 novembre 2019?...

La persona in questione è stata arrestata dagli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio  Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Sezione Volanti.

Ecco come si sono svolti i fatti.

Insegue la ex da Cava de’ Tirreni a Salerno, arrestato: il fatto

La donna, a bordo di un’altra autovettura, viaggiava da Cava de’ Tirreni a Salerno, si è vista inseguita da un’altra auto con a bordo l’ex fidanzato.

Prontamente la donna ha chiamato le forze dell’ordine raccontando ciò che stava accadendo, ed è rimasta sempre in contatto con l’operatore della Sala Operativa.

Ciò ha permesso agli agenti di poterla raggiungere davvero in tempi molto brevi.

Infatti la polizia ha potuto arrivare in soccorso della donna in via sant’Eremita a Salerno, dopo l’inseguimento in auto da Cava de’ Tirreni.

Ovviamente vedendo le auto delle forze dell’ordine lo stalker salernitano ha tentato subito di darsela a gambe, ma è stato prontamente bloccato dagli agenti.

La vittima ha poi sporto denuncia presso il commissariato, raccontando di essere perseguitata da tempo dall’uomo che ha iniziato a seguirla ovunque e a molestarla anche sul posto di lavoro.

A quanto pare lo stalking durava da mesi.

Il motivo sarebbe una morbosa gelosia da parte dell’ex fidanzato.

E’ così il persecutore è stato arrestato per il reato previsto dall’art.612 bis del codice penale, in relazione all’art. 8 Legge n.38 del 23/4/2009 (atti persecutori).

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato collocato agli arresti domiciliari presso la sua residenza, ed è ora in attesa dell’udienza di convalida.