Cava de’ Tirreni: Rubati ad un’ Edicola 10 Mila Euro in Gratta e Vinci

A quanto pare i ladri vanno matti anche per i gratta e vinci: a Cava deTirreni un’edicola è stata svaligiata di tutti i tagliandini.

Ecco cosa è successo.

Cava de’ Tirreni: Ladri Rubano Gratta e Vinci

Il furto ai danni di una nota edicola di Cava de’ Tirreni è avvenuto nella notte tra lo scorso Martedì e Mercoledì.

Ascolti tv 23 Maggio: bene All Together Now. Vince il Commissario Montalbano

Ieri sera su Rai 1 è stata proposta una nuova avventura de Il Commissario Montalbanodal titolo La piramide di fango. Come sempre l’episodio che si è snodato...

Come riferisce l’edizione online del Mattino di Salerno, i ladri hanno scassinato e forzato la saracinesca dell’edicola in questione sottraendo gratta e vinci per un valore di 10 mila mila euro.

Non solo, perché i furfanti hanno rubato anche altro materiale in vendita per importo pari a 100 euro, e tutto il denaro in cassa.

L’edicola nel mirino dei ladri si trova in una via periferica della città metelliana, via Aniello Salsano.

A dare l’allarme lo stesso titolare e proprietario dell’edicola.

Arrivato ieri mattina per iniziare la sua giornata ha trovato l’edicola già “aperta”.

Subito è stata chiamata la Polizia che giunta sul posto ha effettuato i rilievi del caso.

Sembra che il colpo sia stato effettuato in piena notte, il che ha permesso ai ladri di agire indisturbati, senza che nessuno sentisse nulla nel quartiere.

Le indagini avviate con l’aiuto della scientifica hanno rilevato alcune impronte digitali.

Questi elementi saranno ovviamente utili per identificare i colpevoli.

Al vaglio anche i filmati delle telecamere di sorveglianza dell’area.

Speriamo che presto si riesca a risalire ai responsabili.

L’anno scorso a Cava de’ Tirreni accadde già qualcosa di simile legato ai gratta e vinci.

Un truffatore tentò di incassare una vincita di euro 100 mila con un falso tagliandino.

Allora il giovane cavese che tentò il colpo fu scoperto immediatamente e denunciato.

Del resto il falso gratta e vinci era stato realizzato con tecnica molto rudimentale, senza neanche il numero di matricola.

Il ragazzo è finito poi sotto processo.