Cava de’ Tirreni: Pidocchi in Centro, la Denuncia dei Residenti

A Cava de’ Tirreni sembra sia scattato proprio un allarme per la presenza di pidocchi in pieno centro città.

Non stiamo parlando di bambini a scuola che se li passano gli uni gli altri, ma di posti dove proliferano questi insetti, che molestano così la popolazione.

Ecco il fatto.

Cava de’ Tirreni: Strada Principale del Centro Città Infestata dai Pidocchi, i Residenti Denunciano

Coronavirus: primo caso accertato in Italia, un 38 ricoverato in provincia di Lodi

Primo caso di Coronavirus accertato in Italia. Si tratterebbe di un 38enne di Codogno, in provincia di Lodi, che è risultato positivo al test del coronavirus, sono...

Stando a quanto riportato dall’edizione di ieri del quotidiano locale Il Mattino di Salerno, a Cava de’ Tirreni si è registrata la presenza massiccia di pidocchi, in una via del centro città.

Si tratta di una strada importante, Corso Principe Amedeo, sulla Strada Statale 18.

Sono stati i residenti di questa zona a denunciare la cosa pubblicamente.

I pidocchi si troverebbero nei pressi dei platani situati sul viale alberato che va dalla piazza della stazione ferroviaria, piazza De Marinis, fino al termine del parcheggio Trincerone.

Interessati quindi tutti i palazzi e i condomini di fronte a questi alberi.

I molesti insetti, infatti, si attaccano ai vestiti e alla biancheria stesa ad asciugare, e anche sulla pelle, punzecchiando e provocando arrossamenti e prurito.

Perfino dei passanti sono stati “attaccati”.

La presenza dei pidocchi sarebbe talmente importante tanto da vedersi ad occhio nudo e ad una certa distanza.

Si sono notati proprio degli sciami, una sorta di “nuvole bianche”.

Insomma, sembra proprio che la situazione sia diventata insostenibile per chi abita nell’area interessata.

I residenti sono addirittura costretti a tenere sempre chiuse le finestre delle proprie abitazioni per evitare che i pidocchi entrino in casa.

Da qui, la denuncia.

Si tratta, come riferiscono gli abitanti dell’area infestata, di un problema che non è mai stato risolto.

Secondo i residenti, bisognava intervenire in maniera efficace già la scorsa primavera, in modo da non permettere agli insetti di depositare le loro uova.

Urgente quindi una bella disinfestazione che ponga fine a questi pesanti disagi.