Cava de’ Tirreni: non ce l’ha fatta il “paziente 1” di Covid-19. In città 13 casi

Non ce l’ha fatta l’anziano di 83 anni di Cava de’ Tirreni, la prima persona affetta da Coronavirus nella città metelliana.

A darne il triste annuncio ieri è stato il sindaco di Cava, Vincenzo Servalli, in un video sulla propria pagina Facebook.

«Cari concittadini, mi è stata confermata, pochi minuti fa, la morte del primo caso di Covid 19, della nostra città. L’anziano signore (83 anni) che già aveva problemi di salute,non è riuscito a superare questa difficile prova. Alla sua famiglia il mio cordoglio personale e quello dell’intera comunità. Con lui, sono 13 i casi di coronavirus accertati, mentre siamo in attesa di altri tamponi, e di circa cento i soggetti sottoposti ad isolamento domiciliare. Siamo nella fase che sapevamo difficile e delicata. Restiamo in casa, usciamo il minimo indispensabile e riusciremo a vincere la battaglia» – queste le parole del sindaco Servalli.

Ravello: il 24 settembre il convegno “L’arte dell’incisione a cammeo su corallo, conchiglie e...

Giovedì 24 settembre, per iniziativa del Centro e del Comune di Ravello, in collaborazione con ICOMOS Italia; Comitato Promotore candidatura UNESCO “L’incisione a cammeo...

In totale a Cava de’ Tirreni ci sono 13 casi di tampone faringeo positivo al Covid19. Il nuovo positivo è un militare, asintomatico, già postosi in quarantena e per il quale sono stati avviati i protocolli.

Ai 13 positivi si aggiungono le circa 100 persone in isolamento fiduciario che vengono seguite quotidianamente.

Ieri mattina il sindaco ha sollecitato il tampone per altre persone già in quarantena per cui è presumibile che nelle prossime giornate ci sia qualche altro positivo collegato ai primi casi.

Inoltre sempre ieri mattina il Comune metelliano ha definito un modello di raccolta dei rifiuti specifico per queste persone ed avviato una collaborazione tra asl e protezione civile per le attività di sorveglianza attiva.

Infine in città, dopo l’autorizzazione in deroga emessa dall’Enac, anche il drone in dotazione alla Protezione civile di Cava de’ Tirreni, sarà utilizzato per il monitoraggio del territorio comunale, nell’ottica del contenimento della diffusione del contagio covid-19,

“Con l’utilizzo del drone – afferma l’Assessore alla Sicurezza, Giovanni del Vecchio – rafforziamo ancora di più il controllo del territorio, con una particolare attenzione alle zone collinare. Ci segnalano, infatti, che qualcuno, in barba al divieto di spostamento, va passeggiando per le località sui monti”.