Cava de’ Tirreni: ecco perchè viene chiamata la Piccola Svizzera

Nel 1842 su un giornale di viaggi, lo scrittore francese Varlery a proposito di Cava de’ Tirreni si espresse così: “Una valle svizzera con gli ulivi, con  il mare e il sole di Napoli”. Da questa frase nacque l’appellativo di Piccola Svizzera per la sua conformazione paesaggistica.

Da allora i cavesi, si sono appropriati di questa felice espressione, modificandola e dandole in senso di “ordinata, pulita, signorile come i paesi della Svizzera”.

Fin dai tempi di Goethe Cava de’ Tirreni è chiamata la Piccola Svizzera, per il suo patrimonio architettonico, per il suo paesaggio, situata in un luogo incantevole, fra ridenti colline e serene montagne.

Salerno: truffa del gratta e vinci, in vendita solo i biglietti perdenti. Nei guai...

Nei guai una tabaccaia di Salerno che con piccole abrasioni quasi impercettibili ad occhio nudo carpiva quali fossero i biglietti vincenti incassandoli, mettendo in vendita...

Anche l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Cava, sid dai tempi della sua istituzione avvenuta ad opera del primo asserore al turismo dell’epoca, il cavese Roberto Virtuso, puntò su questo “slogan” per lanciare Cava dei Tirreni, nel capo turistico e mondano, questo appellativo è divenuto un vero e proprio secondo nome.

La città è formata da un nucleo abitato, il Borgo, e da numerosi, pittoreschi villaggi, tutti legati al Borgo da strade comode e panoramiche: il Corpo di Cava, dove sorge la millenaria Badia delle SS. Trinità, Pregiato, S. Anna, S. Giuseppe,S. Lucia, Annunziata, S. Pietro, Ruotolo, Dupino, Alessia, Marini, Castagneto, Cesinola, S. Arcangelo, Passiano, S. Maria del Rovo, S. Martino e tanti altri ancora, tutti di antichissima origine medievale.

Ma oggi Cava può definirsi ancora la “Piccola Svizzera”?

Potremmo dire di si per vari motivi, per la ricchezza presente nella cittadina grazie alla presenza di istituti di credito e banche, oltre undici sul territorio, per la tranquillità e la sicurezza che si respira a Cava rispetto agli altri paesi limitrofi, e ancora per il paesaggio che si avvicina a quello Svizzero.

Ma ci sono anche motivi che spingono ad affermare che non sia più la Piccola Svizzera di un tempo: il commercio non più fiorente come il passato, i posti di lavoro che rispetto alla metà del secolo sono dimezzati, come indica pure il presidente della Confesercenti cittadina Aldo Trezza.

Intanto l’appellativo comunque rimane.

Giovedì 16 febbraio, nel corso del quiz televisivo a premi di Rai Uno L’Eredità, condotto da Fabrizio Frizzi, ad un concorrente è stata posta questa domanda:

«Cava de’ Tirreni, Città della Provincia di Salerno, è nota come la Piccola Svizzera o la Piccola Malta?»

Rispondendo correttamente, il concorrente ha detto: La Piccola Svizzera.