Accadde oggi 39 anni fa, ricordi sportivi: quando il Milan perse 2 a 1 contro la Cavese

Il Milan visse nella partita contro la Cavese, la squadra di calcio di Cava de’ Tirreni, in quel di San Siro, la sua peggiore giornata stagionale.

Quella invece fu la migliore stagione della storia per gli aquilotti: la più bella della storia della Cavese.

Accadde oggi 39 anni fa, ricordi sportivi: quando il Milan perse 2 a 1 contro la Cavese

Era il 7 novembre 1982.

Mentre il Verona stupiva tutti agganciando la Roma al comando della classifica di serie A, il Milan veniva sconfitto in casa dalla squadra campana.

In quegli anni questa squadra di provincia, la Cavese, di Cava de’ Tirreni piccolo comune in provincia di Salerno, partecipa per ben 3 anni al campionato italiano di Serie B.

Proprio nel momento più alto ed indimenticabile della storia bianco blu (stagione 1982/1983) la Cavese, allenata da Pietro Santin, sfiorò la promozione in Serie A.

Fu una delle stagioni più belle della storia della squadra.

Anche nella sfida di ritorno i rossoneri dovettero soffrire non poco per uscire indenni e non andando oltre il 2-2, l’unica squadra, insieme alla Sambenedettese, imbattuta in campionato contro il Milan.

Quel 7 novembre 1982 il risultato finale del match fu 2-1 a per la Cavese.

Per i tifosi di Cava de’ Tirreni è stata la vittoria più bella, il settimo posto ed il livello calcistico più alto mai raggiunto prima.

Ecco un pò di telecronaca di quella partita.

Al 23′ del primo tempo, l’assistente del signor Falzier di Treviso convalida un gol ‘fantasma’ dello Squalo scozzese e regala il vantaggio ai rossoneri.

Ma la squadra allenata da Piero Santin non si scompone, anzi raggiunge il pari dopo appena tre minuti grazie ad un bellissimo tiro incrociato di sinistro di Costante Tivelli che batte Piotti e accende l’entusiasmo dei cavesi presenti.

I tifosi cominciarono a cantare “Oi Vita, Oi Vita Mia”…

La storia si fa al 10′ del secondo tempo quando Giuseppe Pavone anticipa un giovanissimo Franco Baresi e mette al centro il pallone che Bartolomeo Di Michele spedisce in porta di testa.

Il popolo bianco-blu andò letteralmente in estasi.

Al triplice fischio del signor Falzier, l’impresa diventa realtà: la Cavese batte il Milan ed entra nella storia.

Ad inizio del solito servizio su 90° minuto, l’inviato a San Siro, Gianni Vasino commentò così la partita: “La Cavese sembrava il Real Madrid”.

E per questo che poi la squadra fu ribattezzata “Real Cavese”.