Cava de’ Tirreni: le Autostrade Meridionali sperimentano il MOT

Autostrade Meridionali in coordinamento con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e gli enti territoriali interessati, ed in particolare il Comune di Cava de’ Tirreni, sta realizzando il sistema innovativo e sperimentale che per la prima volta viene realizzato in Italia, MOT (Monitoraggio Overload su Tratta), che ha lo scopo di monitorare il peso dei mezzi che hanno accesso al tratto autostradale Cava de’Tirreni – Salerno, al fine di verificare che il traffico in transito sia costituito da veicoli aventi un peso non superiore ad un limite prestabilito.

Il sistema è costituito da una serie di componenti “elementari” collocati lungo l’autostrada e in prossimità degli accessi all’autostrada e consentirà di ripristinare limiti di transito più elevati rispetto a quelli prudenziali attualmente in essere (ora il limite è di 7,5 tonn) fino a 40 tonn per automezzo, a vantaggio della circolazione delle merci che potranno utilizzare nuovamente il collegamento autostradale.

“Con questo nuovo sistema – afferma l’Assessore all’Ambiente Nunzio Senatore – ci auguriamo che al più presto i mezzi pesanti da e per Salerno, possano inserirsi in autostrada, essendo superato il limite delle 7,5 tonnellate, e non transitare più per la viabilità interna e quindi anche per il territorio cavese per arrivare al casello autostradale, con benefici per la circolazione cittadina e soprattutto alla qualità dell’aria”.