Cava de’ Tirreni: Ennesimi Furti nel Weekend, 12enne Ferita da Pietre

Cava de’ Tirreni ancora nella morsa dei furti.

L’estate per i cittadini cavesi purtroppo non procede nella tranquillità, visto che ancora certi furfanti provano a derubare case e appartamenti, sempre con persone presenti all’interno.

Questa volta, a farne le spese anche una ragazzina di 12 anni rimasta ferita durante uno “scontro” con i malviventi.

Chi è Roberta Di Padua: età, fidanzato e lavoro Uomini e Donne Over

Roberta Di Padua è stata una delle grandi protagoniste di questa stagione del trono over di Uomini e Donne.La bella dama ha frequentato per un Riccardo Guarnieri...

Ecco cosa è successo lo scorso Sabato 27 Luglio.

Cava de’ Tirreni, Ancora Furti nel Fine Settimana: 12enne in Ospedale

Si sono registrati a Cava de’ Tirreni ben due furti nella serata e nella notte di Sabato.

Il primo episodio, segnalato sui social, è accaduto in frazione San Giuseppe al Pozzo, precisamente presso la Bottega delle Api.

I furfanti erano tre e sono stati sorpresi dai proprietari a rovistare in camera da letto.

Così, i ladri si sono dati alla fuga lanciando delle grosse pietre a chi li inseguiva.

L’inseguimento si è protratto fino alla zona vicino casello autostradale di Cava.

Una delle pietre lanciate da questi mascalzoni ha colpito una ragazzina di 12 anni che cenava tranquillamente con i suoi genitori fuori il terrazzo di casa.

La 12enne è stata portata poi in ospedale per le cure del caso.

Sono stati anche chiamati i Carabinieri, i quali però non sono potuti intervenire perchè non avevano auto disponibili.

Il secondo furto, poi si è verificato qualche ora dopo, tra le 2 e le 3 del mattino.

Location questa volta è la zona industriale, precisamente via Gaudio Maiori.

Sempre in tre, si sono introdotti in un appartamento, e anche in questo caso sono riusciti a mettere le mani ovunque per trovare il loro bottino, ed infine sono se la sono data a gambe levate.

Sui social i cittadini affermano di essere stremati, e ci si lamenta molto delle Forze dell’Ordine cavesi, che vengono allertate, ma, come già accaduto nel primo episodio di furto, rimangono senza auto e non possono far nulla in quel momento, oppure giungono sul posto dopo molto tempo.