Cava de’ Tirreni: Scoperto a Coltivare Marijuana Aizza il Cane contro Polizia, Arrestato

A Cava de’ Tirreni gli agenti della Polizia di Stato hanno fatto ottimamente il loro dovere.

Hanno scoperto la coltivazione illecita di piante di Marijuana in casa di un pregiudicato.

Ecco cosa è successo.

Cava de’ Tirreni: Agenti Colgono in Flagrante Coltivatore di Marijuana e Lui Aizza il Cane Contro di Loro

San Giuseppe da Copertino: Santo del giorno 18 Settembre

Oggi 18 settembre nel calendario cristiano si celebra San Giuseppe da Copertino. Sono migliaia le persone di tutto il mondo che sono devote al santo che...

La scoperta è avvenuta lo scorso Venerdì 30 Agosto.

Un pregiudicato di circa 50 anni e residente a Cava de’ Tirreni, è stato beccato dalle Forze dell’Ordine mentre coltivava in casa di sostanze stupefacenti quali marijuana.

E’ quindi stato arrestato per detenzione delle stesse ai fini di spaccio.

Il reato contestatogli è anche aggravato, poichè recidivo da ben 5 anni circa.

E non è tutto, perchè l’uomo ha fatto resistenza alla Polizia facendo aggredire gli agenti dal proprio cane, e infatti uno di loro è rimasto ferito.

In casa del pregiudicato cavese C.D. è stato rinvenuto abbondante materiale per coltivare, confezione e vendere droga, insieme a un rilevatore di microspie.

Nello specifico sono state ritrovate otto piante di marijuana, di cui 6 in stato vegetativo.

All’interno di una stanza chiusa a chiave, la camera da letto dell’arrestato, gli agenti hanno trovato un macchinario per confezionare sottovuoto, due bilancini di precisione.

Inoltre 2 vasi in vetro contenenti della marijuana in stato di essiccazione.

E non è finita.

Presenti in casa anche materiale per la crescita accelerata delle piante: trituratori di plastica, diversi bulbi (lampade), alcuni alimentatori, numerosi portalampada per bulbo e ventole di diverse dimensioni.

Trovata perfino una serra trasportabile rivestita internamente con materiale riflettente con tutti gli accessori necessari al montaggio.

Ecco come la Polizia di Cava ha scoperto il trafficante

La Polizia di Cava de’ Tirreni teneva d’occhio già da qualche giorno l’abitazione della persona incriminata, sita in zona collinare della città.

Infatti, si erano verificati diversi movimenti sospetti di veicoli che entravano ed uscivano dalla proprietà.

Quando le pattuglie si sono fatte vedere nel pomeriggio di venerdì, due ragazzi a bordo di un motorino sono scappati.

La strada dove si trova l’abitazione del 50enne è frequentata da molti giovani – lì vi si trovano una scuola, una parrocchia e una palestra – obiettivi sensibili del traffico di droga.

Tenuto conto di questo, e visti anche i precedenti del soggetto, gli agenti hanno deciso di perquisirne la dimora.

Mentre la Polizia effettuava la perquisizione, il pregiudicato ha aizzato il proprio cane di grossa taglia contro un agente, con lo sguardo e alcuni movimenti delle mani.

Il poliziotto azzannato ha riportato diverse ferite.

Trasportato all’ospedale di Cava de’ Tirreni, i sanitari gli hanno dato una prognosi di sette giorni.