Cava de’ Tirreni, Bel Calcio e Cultura: la Cavese nei Film degli Anni ’80

La squadra di Cava de’ Tirreni, la Cavese Calcio, ha avuto un passato glorioso, come molti ricorderanno.

Durante la stagione calcistica 1980/81, viene infatti promossa in serie B, e l’anno dopo va ad affrontare alcune tra le squadre più forti del campionato.

Ottimo l’anno 1982/83, in cui si piazzò sesta a fine stagione.

Ascolti tv 16 Febbraio: ecco i dati auditel dei programmi andati in onda ieri

Ottimi risultati ha fatto segnare in fatto di ascolti tv per la partita andata in onda su Rai 1 tra “Ora o mi più” che ha ottenuto il 16,1% di share.Su Rai...

Pensate che sconfisse in un match anche il Milan per 1 a 2, fuori casa a San Siro.

Il gol della vittoria fu segnato da Bartolomeo Di Michele.

Quella fu l’unica partita che il Milan perse in casa, e ciò valse alla Cavese il soprannome di Real Cavese.

La squadra di Cava de’ Tirreni rimase nella seconda serie fino al 1984, anno in cui fu poi retrocessa in C1.

Cava de’ Tirreni e il Calcio nei Film: Ecco in Quali Pellicole Appare la Squadra

Durante questi anni in cui la Cavese giunse a giocare a livello nazionale, la società calcistica è stata citata e rappresentata in alcuni film commedia del tempo.

La squadra viene citata per la prima volta in Eccezziunale Veramente, film interpretato da Diego Abatantuono del 1982, regia di Carlo Vanzina.

Nella pellicola si racconta la vita di tre tifosi: il milanista Donato, l’interista Franco e lo juventino Tirzan.

La Cavese si ritrova all’interno di una schedina giocata da Franco, precisamente il match è Lazio-Cavese.

Nel film Il ras del quartiere, del 1983, sempre regia di Carlo Vanzina e con Diego Abantuono, la Cavese viene citata ancora, e questo volta in una battuta dell’attore.

“È come regalare Maradona alla Cavese”.

La trama racconta le vicissitudini del capo di una pseudo-banda della periferia di Milano ingaggiato da un padre disperato come investigatore privato alla ricerca della figlia sparita.

Ancora, nella pellicola Al Bar dello Sport, anno 1983, con Lino Banfi e Jerry Calà, la squadra di Cava de’ Tirreni è presente su un’altra schedina giocata dal protagonista, con la partita Catanzaro-Cavese.

Questa schedina sarà determinante per Lino Banfi, che nel film farà 13 al Totocalcio.

Il gagliardetto della Cavese in uno dei cult più belli

La Cavese appare anche nel famosissimo film L’Allenatore nel Pallone, del 1984, sempre con Lino Banfi protagonista, dove egli veste i panni di Oronzo Canà, allenatore di serie B.

In una scena di questo cult italiano, dove Canà si trova a casa sua con la moglie mentre stanno guardando in tv una partita di calcio.

Nell’inquadratura, si vede benissimo il gagliardetto della squadra accanto ad altri come quello del Parma, del Foggia e del Pescara.

Ecco la scena precisa, in un video diffuso da Cavastorie.eu:

Infine, nel film Yuppies – I giovani di successo, uscito nel 1986, regia di Carlo Vanzina, con Christian De Sica, Massimo Boldi, Jerry Calà ed Ezio Greggio, la squadra viene di nuovo citata.

La citazione si trova in una battuta pronunciata proprio da De Sica:

«Sta a diventa’ troppo facile dribblare mia moglie, me sento come Rummenigge nell’area d’a Cavese!».

Karl Rummenigge era un fuoriclasse tedesco del calcio all’epoca, mentre la Cavese in quell’anno era già passata in serie C2 per illecito sportivo.

Ecco lo spezzone del film dove si trova questa battuta (minuto 0.16):

Insomma, anche se si sono fatte battute e citazioni più o meno ironiche sulla squadra, la Cavese ha vissuto alcuni anni davvero importanti calcisticamente parlando.

Speriamo che il suo futuro sia sempre migliore e che riservi qualche bella sorpresa.