Cava de’ Tirreni: il Comune ottiene altri fondi per la sicurezza territoriale

Il Comune di Cava de’ Tirreni ha ottenuto un altro finanziamento.

Si tratta di fondi per il progetto Caesar II, ottenuti dall’Agenzia per la Coesione Territoriale che fa capo alla Presidenza della Repubblica.

La cifra complessiva che verrà erogata per questo particolare progetto, grazie all’impegno dell’amministrazione del Comune di Cava de’ Tirreni, è di ben 700 mila euro.

Amalfi: il 7 ottobre primo Consiglio Comunale dopo le elezioni

E’ convocato per il 7 ottobre alle 18.30, in sessione straordinaria, di prima convocazione, il primo Consiglio Comunale, al Salone Morelli di Palazzo S....

Il progetto Caesar II, cui Cava è comune capofila, prevede interventi volti al trasferimento, all’evoluzione e alla diffusione di buone pratiche attraverso Open Community PA 2020.

Esso, realizzato in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, la Regione Campania, la Regione Sicilia e il Comune di Grumento, ha ottenuto in graduatoria nazionale il settimo posto, accedendo così ai fondi, che sono stati destinati solo ai primi 19 progetti, su un totale di 46 ammessi.

Gli obiettivi di Caesar II sono controllare, gestire e limitare l’emergenza sismica, attraverso un’analisi costi-benefici e multi criterio di scenari di impatto per la riduzione del rischio e l’incremento della resilienza.

Questo progetto così approvato, permetterà a Cava de’ Tirreni e ai partner di accedere ai fondi, per un totale massimo di 12 milioni di euro, che serviranno per la pianificazione di una serie di interventi sul tema.

A proposito di questo successo l’assessore al Governo del Territorio, Giovanna Minieri, ha dichiarato:

“Questo finanziamento è certamente un risultato che dà la misura dell’impegno e della capacità dell’Amministrazione Servalli nella innovazione e nelle buone pratiche nel campo ambientale e in quello amministrativo quale attrattore di nuove forme di finanziamento attraverso partnership prestigiose”.

E ancora, con soddisfazione precisa:

“La strategia fortemente voluta dal Sindaco Servalli di inserire la nostra città in ogni ambito utile sia locale, nazionale che internazionale sta dando i suoi frutti riconsegnando a Cava de’ Tirreni un ruolo di primo piano in importanti processi di sviluppo. In questo caso arricchiamo gli strumenti a disposizione per il controllo e la gestione dell’emergenza e apriamo la nostra città a nuove prospettive e collaborazioni in ambito nazionale”.