Cava de’ Tirreni: Casalinga 50enne Ricattata su Facebook per Video Hard

Disavventura sui social per una signora di Cava de’ Tirreni di circa 50 anni, casalinga.

E’ stata infatti ricattata da uno sconosciuto dopo essersi scambiata con costui foto e video a sfondo erotico.

Ecco cosa è successo.

Cava de’ Tirreni: Donna di 50 Anni Ricattata su Facebook

Oroscopo Paolo Fox Domani Lunedì 16 Settembre: Classifica dei segni

Questa giornata sta volgendo pian piano al termine. Andiamo quindi a scoprire cosa ci riservano gli astri leggendo l’Oroscopo Paolo Fox Domani Lunedì 16 Settembre:...

La casalinga cavese in questione, come riporta l’edizione di ieri del Mattino di Salerno, è stata contattata da un uomo sul social Facebook, evidentemente detentore di un profilo falso.

Dopo aver accettato la sua richiesta di amicizia, è nata una conoscenza che in poco tempo si è trasformata in qualcosa di più.

Ad un certo punto, la donna, si è infatti lasciata convincere a scambiarsi foto e video hard. 

All’improvviso poi, il corteggiatore sparisce, non si fa più sentire.

In compenso, arriva una telefonata in cui una voce femminile intima alla donna di Cava de’ Tirreni di sborsare ben 9 mila euro.

Se si fosse rifiutata di pagare questa somma, le foto e i video a sfondo sessuale sarebbero stati pubblicati e diffusi sul Web.

Vistosi ricattata, la signora ha pagato i 9 mila euro presso un conto online indicato dalla donna al telefono.

Ma, come succede in questi casi, il primo pagamento non basta mai ai criminali che sono dietro a truffe di questo tipo.

Alla seconda richiesta di denaro, altri 5 mila euro, la signora cavese si è fatta coraggio ed è andata a parlare con i suoi avvocati.

I legati incaricati, Alfonso e Marco Senatore, hanno subito inoltrato denuncia alla polizia postale.

Sono quindi iniziate le indagini, e chiaramente del conto online dove la 50enne ha versato i soldi, non c’era già più traccia.

Dai primi accertamenti sembrerebbe poi, che un amico della signora sia coinvolto in questa storia.

Questa persona potrebbe aver fornito ai malviventi tutte le informazioni per adescare la 50enne, diventando quindi di fatto loro complice.

L’obiettivo era quello di spartirsi il denaro.

Non sarà certo facile riuscire ad individuare i veri colpevoli di questo ricatto/truffa, ma almeno la signora di Cava de’ Tirreni ha denunciato subito la cosa.

In questo modo si è fermata la spirale di estorsione in cui avrebbe potuto finire.

Una vicenda davvero penosa, ancora di più se si pensa che persone vicine alla vittima potrebbero essere parte attiva del ricatto.