“Caravaggio Napoli”: a Capodimonte una mostra sui capolavori del pittore barocco

Al Museo di Capodimonte di Napoli sarà allestita una mostra sui capolavori dipinti da Caravaggio proprio nella città partenopea.

“Caravaggio Napoli”, in programma dal 12 aprile al 14 luglio, vuole essere un vero e proprio tributo al pittore barocco che visse anche a  Napoli negli ultimi mesi di vita. La mostra è curata dal direttore del museo Sylvain Bellenger e Cristina Terzaghi, una delle più importanti studiose del pittore.

Durante la mostra saranno messe a confronto per la prima volta due capolavori di Merisi: la “Flagellazione” eseguita a Napoli nel 1607,e la seconda prova dello stesso soggetto, dipinta sempre a Napoli tra il 1607 e il 1608, direttamente per la chiesa di San Domenico Maggiore, poi spostata al museo di Capodimonte.

Chi é Nicola Pietrangeli: etá, carriera e curiositá del tennista

Nicola Pietrangeli è un ex tennista, conduttore televisivo, attore e opinionista italiano. Chi é Nicola Pietrangeli: etá, carriera e curiositá del tennista Nicola Pietrangeli é nato...

Oltre alle due “Flagellazioni”, i cinque dipinti di Michelangelo Merisi in mostra a Capodimonte sono le due opere conservate stabilmente a Napoli – il suo capolavoro “Le sette opere di Misericordia” dal Pio Monte e il “Martirio di Sant’Orsola” da Palazzo Zevallos Stigliano – e tre in prestito: “Salomé con la testa di Battista” dalla National Gallery di Londra, l’altra Salomé dal Palacio Real di Madrid e il “San Giovanni Battista” dalla Galleria Borghese di Roma.

“A Napoli Caravaggio inaugurò un nuovo modo di dipingere – scrivono i curatori – e le Sette opere di Misericordia sono una delle più puntuali rappresentazioni dei vicoli della città e dei suoi abitanti”.

I dipinti saranno esposti nella sala Causa del museo e messi a confronto con diciannove capolavori della scuola pittorica napoletana, a riprova dell’influsso profondo che Caravaggio ebbe su importanti artisti attivi nella capitale del Sud, da Battistello Caracciolo a Louis Finson a Tanzio da Varallo e Massimo Stanzione, Fabrizio Santafede, Giovanni Baglione, Filipoo Vitale e Giovan Bernardo Azzolino.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 8.30 alle 19.30: il biglietto di accesso alla mostra più il museo costerà 15 euro.