Primi deluxe: cannelloni al profumo di Limone di Amalfi

Prima di vedere insieme la preparazione dei cannelloni profumati allo Sfusato Amalfitano,  sembra giusto soffermarci e parlare del limone di Amalfi.

Il limone d’Amalfi o Sfusato Amalfitano è un agrume che notoriamente viene coltivato in maniera molto proficua lungo la Costiera Amalfitana.

Già nell’epoca della Repubblica Marinara di Amalfi, la Costa vantava un elevato numero di agrumeti.

Chi è Francesca Cipriani: età, fidanzato, vita privata, carriera e curiosità

La frizzantissima Francesca Cipriani è uno dei personaggi televisivi più amati e conosciuti del piccolo schermo e da qualche tempo è inviata fissa ed...

Il prezioso agrume veniva venduto sia per le sue proprietà utilizzate in ambito medico, sia per la sua duttilità il ambito gastronomico.

Il nome Sfusato Amalfitano deriva dalla splendida terra dove viene coltivato,  è caratterizzato da una forma allungata, con buccia liscia e di colore giallo citrino.

Ciò che rende unico è speciale questo agrume è il suo profumo e il sua aroma, molto intensi e forti, e lo distingue anche il colore, giallo paglierino.

Questo frutto tipicamente mediterraneo si presta a molte varianti aromatizzanti di svariate ricette: carne, pesce, verdure di ogni genere, ed anche pasta.

Vediamo come potrebbe essere impiegato per una ricetta tipica amalfitana: i cannelloni profumati allo sfusato amalfitano.

Gli ingredienti per quattro persone sono:

Per la preparazione della pasta all’uovo: 500 g di farina, 1 busta di zafferano, 5 uova.

Per il ripieno: 400 g di ricotta dolce, 200 g polpa di manzo macinata, 100g di parmigiano grattugiato, buccia di limoni di Amalfi, 400 g  di salsa di pomodoro, 3 g di cipolla, 2 foglie di alloro, 2 g di prezzemolo, 4 g di basilico e sale.

Il  procedimento è molto semplice (se non vi va di farli da voi, potete anche comprare i cannelloni già fatti, solo da cuocere):

Su una tavola di legno disponete la farina con al centro le uova e lo zafferano precedentemente sciolto in acqua, amalgamate gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un impasto compatto. Ponete l’impasto in un panno e lasciatelo in frigo per una paio di ore.

Trascorse 2/3 ore lavorate l’impasto, per ottenere i cannelloni, con un mattarello ricavate delle sfoglie sottili che taglierete a quadroni.

Cuocete le sfoglie in acqua bollente, una volta pronte ponetele su una superficie oleata. Su ognuna di esse passate una cucchiaiata di farcia cosi  ottenuta in precedenza, fate rosolare la carne con alcune foglie di alloro, per dare sapore, in una padella con olio e cipolla per  5/10 minuti.

Aggiungete un bicchiere di vino rosso e lasciate cuocere il tutto per 7 minuti, aggiungete la ricotta, scorze di limone, il parmigiano, basilico, sale e pepe. Arrotolate le sfoglie su  se stesse ed otterrete la forma classica dei cannelloni.

Prendete una pirofila, imburratela, e poneteci dentro i cannelloni coprendoli con pizzico di salsa di pomodoro, se volete aggiungete anche un pochino di formaggio.

Fate gratinare il tutto al forno caldo per 8/10 minuti e servite il piatto in tavola.

Buon appetito con i sapori della Costa d’Amalfi!