Cani Sciolti: per i protagonisti del fumetto vacanze in Costiera Amalfitana

Cani sciolti è la nuova serie mensile a fumetti proposta dalla Sergio Bonelli Editore, che ha come location del terzo e quarto numero la Costiera Amalfitana.

In occasione del cinquantennale del 1968 la casa editrice ha lanciato il fumetto, rivivendo un anno che ha cambiato la storia d’Italia e non solo.

La vita di sei personaggi seguita attraverso un ventennio cruciale per il nostro Paese. Sei studenti, appartenenti a diversi ceti sociali, che si incontrano durante le proteste studentesche nella Milano del Sessantotto stringendo un’amicizia densa di problematiche e affetti.

Heidi Klum a Marina Grande: per la supermodella cena in riva al mare ad...

Ha fatto sosta gastronomica al ristorante Marina Grande di Amalfi la splendida supermodella Heidi Klum che da qualche giorno trova in Costiera Amalfitana in...

Un legame che verrà messo alla prova dapprima dalle tensioni degli Anni di piombo, quando qualcuno subirà la distorta fascinazione della lotta armata come attuazione di una nuova Resistenza, e poi dai disincanti scaturiti dal riflusso del decennio successivo.

Il terzo e il quarto numero di “Cani sciolti” si concentra sulle vacanze dei protagonisti della serie. «E la chiamano estate» è il titolo della terza uscita del fumetto in edicola da metà gennaio.

Mentre il quarto numero è dedicato ai «Segreti incoffessabili» in vendita questo mese di febbraio. «Margherita e i suoi amici trascorrono una vacanza tranquilla sulla costa amalfitana -recita la descrizione del fumetto – Intanto a Nizza, Nora, la madre di Margherita, annoiata, depressa e sempre in cerca di amanti occasionali, è costantemente seguita e spiata da Serge, un investigatore privato che è riuscito a salvarla dalla violenta aggressione di uno stupratore. Nora ignora che Serge è un investigatore e si invaghisce di lui. Ma suo marito Arturo sta per raggiungerla».

Il loro viaggio in macchina, motocicletta e autostop parte dalla Calabria per arrivare in  Costiera Amalfitana.

I volumi in uscita il 14 febbraio, intitolato “Segreti inconfessabili”, i ragazzi soggiorneranno a Positano ed effettueranno un’escursione ad Anacapri.

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera l’autore, Gianfranco Manfredi, spiega perché ha scelto proprio la Divina per ambientare le vicissitudini dei protagonisti del fumetto.

«Sono sempre stato molto attratto dalla Costa Amalfitana, ma per un motivo o per l’altro, ogni volta che avevo programmato di passarci un periodo, l’opportunità è saltata. L’ultima è stata intorno al 2000 quando stavo lavorando alla sceneggiatura di un film. Avevo ambientato alcune scene a Positano e scelto anche delle location, per esempio Villa San Giacomo. Poi però, per motivi di budget, sono state tagliate. Così ho deciso di collocare lì una lunga sequenza di ‘Cani Sciolti’. Quelle zone rappresentano per me una sorta di Eden perduto, così ho scelto di far vivere ai miei protagonisti uno scampolo di paradiso durante una vacanza per altri versi molto travagliata».