Campania: sequestrata un’ambulanza davanti all’ospedale. Ecco il motivo

Un’ambulanza è stata sequestrata nella giornata di oggi a Napoli. Ecco quali sono i motivi che hanno portato al sequestro.

Tutto è iniziato da una telefonata anonima effettuata ai Carabinieri. Chi ha chiamato alla stazione per fare la soffiata ha dato delle indicazioni ben precise.

Infatti i Carabinieri venivano avvisati di controllare l’ambulanza in Via Manzoni, situata proprio all’ingresso del Fatebenefratelli. Il motivo secondo cui l’ambulanza avrebbe dovuto essere esaminata era il fatto che non avesse alcuna assicurazione.

Non avere una copertura assicurativa è vietato in quanto costituisce un pericolo per se stessi e per gli altri. Per questo motivo la mancanza di assicurazione viene punita dal codice della strada.

Trattandosi di un’ambulanza, che dovrebbe rappresentare uno degli emblemi della sicurezza, i Carabinieri hanno deciso di indagare sulla veridicità della soffiata anonima.

Una volta avuta la sicurezza che la segnalazione fosse reale, i militari della stazione di Napoli Posillipo hanno dovuto sequestrare amministrativamente il veicolo.

Le sanzioni non hanno tardato ad arrivare. Multa sia per l’autista che per il proprietario dell’ambulanza. Si tratta di un amministratore di una cooperativa sociale del rione Sanità.