Campania, registrate due lievi scosse di terremoto in poche ore

Due scosse di terremoto sono state registrate ieri in poche ore. La prima in provincia di Napoli, mentre la seconda in Irpinia.

I sismografi hanno segnalato alle 19.56 di ieri in zona Vesuvio un movimento tellurico di magnitudo 1,1.

Il lievissimo sisma è stato rilevato con coordinate geografiche (lat, lon) 40.82114.43 ad una profondità di 0 km.

I comuni più vicini all’epicentro sono Ottaviano, Massa di Somma, San Sebastiano la Vesuvio, Boscotrecase, Somma Vesuviana, Trecase, Sant’Anastasia, Pollena Trocchia, Terzigno, Boscoreale, Portici e Torre del Greco.

A stretto giro di posta è stato rilevato un altro sisma, anche questo con una forza decisamente contenuta.

Alle 21.30, infatti, i sismografi dell’INGV hanno registrato un terremoto di magnitudo 1,5 con epicentro a Calitri in provincia di Avellino.

Il movimento tellurico si è verificato per la precisione con coordinate geografiche (lat, lon) 40.91215.511 ad una profondità di 9 km.

Anche in questo caso vista la lieve entità del fenomeno non ci sono stati danni a persone o cose.

In entrambe le situazioni non si è trattato di fenomeni fi particolare intensità. Nessuna preoccupazione, quindi, per i cittadini. Questi ultimi, infatti, non hanno avvertito assolutamente niente.

Va ricordato che fenomeni fi questo tipo sono decisamente usuali. Ancor di più in zone geologicamente instabili come la Campania.