La Campania è tra le regioni più visitate d’Italia. A trainare la crescita i siti d’arte

La Campania è la regione più ambita dai turisti stranieri per quanto riguarda la cultura. A darne conferma sono i dati di Unicredit e Touring Club Italiano che hanno stilato una classifica delle regioni italiane più amate e visitate.

Nella classifica generale di Unicredit e Touring Club Italiano, la Campania occupa il settimo posto con 18,8 milioni di presenze. I primi posti sono invece occupati dalle regioni del Centro Nord: primo posto per la Lombardia, secondo per il Lazio, terzio per il Veneto e quarto posto per la Toscana.

Nonostante il settimo posto nella classifica generale, per quanto riguarda la cultura la Campania non ha rivali. La nostra regione è ricca di tesori architettonici ed artistici che attraggono turisti da tutto il mondo. Si pensi ad esempio il sito archeologico di Pompei, di Ercolano o quello di Paestum, la Reggia di Caserta, Napoli e anche la nostra Costiera Amalfitana che è una delle mete campane più ambite nel mondo. Secondo quanto riporta il Ministero per i Beni culturali, la Campania occupa il secondo posto per le visite nei suoi siti d’arte.

Grande Fratello Vip: Andrea Mainardi è il terzo finalista del Reality

E' stata una puntata ricca di emozioni quella di questa sera, 3 Dicembre, del Grande Fratello Vip. E' stato chiesto ai concorrenti di decidere chi manda...

Per quanto riguarda il dettaglio delle città della nostra Regione, è Napoli con il 64,3% a vantare una presenza turistica maggiore rispetto alle altre province. Subito dopo Napoli si posiziona Salerno con 30,3% di presenze e Caserta con 4,1%. Fanalini di coda le province di Avellino e Benevento, rispettivamente con lo 0,8% e lo 0,5% di presenze.

La grande affluenza di turisti in Campania porta all’entrata di importanti somme di denaro che derivano dagli investimenti che i turisti fanno nel loro viaggi. Secondo l’Osservatorio Turistico, la Campania guadagna in investimenti turistici il quinto posto sulle altre regioni d’Italia con circa 1,8  milioni di euro guadagnati.

Il boom di presenze in Campania si è dovuto anche alle tensioni internazionali che hanno colpito mete turistiche da sempre affollate ed ora penalizzate dal rischio terrorismo. A Napoli gli ultimi dati relativi ai flussi turistici in ascesa fanno registrare un aumento di strutture ricettive in città, anche per diversi target. Negli ultimi due anni risultano 2100 aperture di B&b soltanto in città per complessive 8000 strutture attive.