Campania: l’Ordine dei Medici di Napoli chiede l’obbligo vaccinale

La variante Omicron continua a colpire l’Italia: nel nostro Paese si registra infatti un nuovo record di contagi che sta facendo riempire rapidamente gli ospedali.

E’ sconcertante, infatti, l’aumento dei casi nelle ultime settimane: dati così alti non si registravano dal primo lockdown. Questa impennata di casi preoccupa soprattutto l’Ordine dei Medici di Napoli che chiede l’introduzione dell’obbligo vaccinale.

Il presidente dell’Ordine, Bruno Zuccarelli, in virtù dell’aumento dei casi dichiara: “Non c’è più tempo, spero che il Governo valuti e introduca senza ulteriori indugi l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini. Abbiamo bisogno di livelli di copertura più alti di quelli attuali”.

I medici partenopei lanciano così un grido di allarme, affinché la politica cambi rotta. Zuccarelli, nel suo discorso continua dicendo: “Benché al momento il numero casi gravi non sia paragonabile con quanto visto nel corso della prima ondata, continuando in questo modo ci troveremo presto in una condizione drammatica”.

Il vaccino sembra essere l’unica soluzione efficace: “Solo con l’obbligo vaccinale – prosegue Zuccarelli – sarà possibile limitare i danni che saranno prodotti da questa variante. Così come è necessario tornare a prestare attenzione alla sanificazione degli ambienti e all’igiene delle mani, norme che vengono troppo spesso disattese. Nel corso della prima ondata eravamo riusciti a comprendere l’importanza di una corretta igiene delle mani e degli ambienti, ora pare invece che un’eccessiva confidenza con il virus ci abbia riportato ad esporci a grandi rischi”.

Zuccarelli invita ad una maggiore attenzione sui mezzi e locali pubblici. Una maggiore sanificazione, infatti, potrebbe avere un utile effetto all’interno di luoghi di grande rischio, soprattutto durante le festività natalizie.

“In questi giorni – conclude il presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli – ci giochiamo le nostre chance di riuscire a contenere l’ondata di Omicron. Solo con l’obbligo vaccinale avremo una copertura sufficiente ad evitare che l’emergenza si trasformi nuovamente in catastrofe”.