Campania, De Luca impone nuova zona rossa: ecco dove

In seguito all’aumento dei contagi, alcune zone dell’Italia abbiano fatto un passo indietro introducendo nuovamente restrizioni. L’allarme questa volta arriva dalla Campania.

C’è un alto rischio che si sviluppi un focolaio di Covid-19 variante Delta nel campo Rom di Giugliano, in via Carrafiello: la Regione Campania ha quindi disposto una sorta di zona rossa e i tamponi naso faringei per tutti.

In mattinata una nota dell’Asl Napoli 2 nord lancia l’allarme: in data 31 agosto 2021 è stata rilevata la positività al Covid-19 di un cittadino di etnia Rom, dimorante presso il campo di Giugliano dove sono insediati 70 nuclei familiari con un numero orientativo di 500 persone che vivono stretti rapporti interpersonali in condizioni di precarietà igienico-sanitaria. 

Minori piange Francesco Fortezza, esempio di coraggio e di impegno civile

Minori piange Francesco Fortezza per tutti "Zio Ciccio". Ex carabinieri, uomo dai valori profondi e legati alla famiglia e al suo amato territorio.Anche il sindaco del...

Questa persona, oggi è ricoverata presso il reparto Covid del P.O. Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. I parenti sono stati sottoposti a tampone molecolare e tutti sono risultati a loro volta positivi al virus.

Dunque ecco le disposizioni di Palazzo Santa Lucia: «isolamento dei positivi e quarantena per tutti i residenti del campo in quanto definibili per quanto in premessa, “contatti stretti”; somministrazione di tamponi naso-faringei a tutti i presenti nel campo; contenimento della mobilità sia in entrata che in uscita dal campo, con l’adozione di tutte le misure necessarie al contenimento del focolaio da Sars-Cov-2».

In sostanza, si tratta di una pseudo Zona Rossa, disposta fino  fino al 15 settembre 2021, salvo ulteriori provvedimenti.

Di seguito il testo dell’ordinanza del Presidente Vincenzo De Luca: Ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora presso il Campo Rom di via Carrafiello è fatto obbligo di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni. Fatto salvo quanto previsto dal successivo punto 1.3, è fatto divieto di transito in ingresso e in uscita dal Campo Rom. Ai cittadini è consentito rientrare alla propria residenza, domicilio o dimora sita nel campo Rom e di rimanervi in regime di isolamento domiciliare nonché di sottoporsi a tutti i controlli sanitari disposti dalla ASL competente. È fatta salva la possibilità di transito in ingresso ed in uscita dal Campo Rom da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’attività di assistenza, limitatamente alle presenze che risultino necessarie allo svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia e sanificazione dell’area e dei locali e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Al di fuori delle ipotesi sopra menzionate, non è consentita l’uscita dall’area indicata per lo svolgimento di attività lavorativa. Il Comune di Giugliano, d’intesa con l’Unità di Crisi regionale e con il supporto della Protezione civile e del volontariato, assicura ogni forma di assistenza ai cittadini  anche attraverso la somministrazione di derrate alimentari e generi di prima necessità per tutta la durata di efficacia del presente provvedimento.