Tutto il gusto del mare in unico piatto: la ricetta della calamarata napoletana

Foto by Alba Gagliardi via Facebook

La calamarata napoletana è un primo piatto tipico partenopeo a base di sugo di calamari, pomodorini, aglio, prezzemolo e con un tipo di pasta a forma di anelli di calamaro.

Una ricetta napoletana di pesce estremamente gustosa, che richiede una cottura velocissima e che ha moltissime varianti anche con frutti di mare.

Il suo nome prende il nome dal formato di pasta a forma di grandi anelli simili agli anelli di calamaro e prevede di essere servita con un sugo di calamari e pomodori freschi.

Costiera Amalfitana, Andrea Reale: “Se si raggiunge la seconda casa in sicurezza non ci...

Andrea Reale, sindaco di Minori e delegato alla sanità della Costa d'Amalfi, ha parlato della situazione Covid-19 nella Divina ad Ansa. "Se si raggiunge la seconda casa in...

Vediamo la ricetta originale made in Napoli.

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di pasta calamarata

600 gr di calamari

300 gr di pomodorini

1 spicchio di aglio

1 peperoncino

1/2 bicchiere di vino bianco

prezzemolo

sale

olio

Pulite i calamari privandoli degli occhi e dell’osso, lavateli e tagliateli a rondelle delle stesse dimensioni della pasta.

Sciacquate i pomodori sotto l’acqua corrente e tagliateli a metà.

In una padella capiente mettete un filo d’olio con lo spicchio d’aglio sbucciato.

Unite i calamari  e fate cuocere per 5 minuti.

Sfumate con il vino bianco e unitevi i pomodorini .

Salate e pepate il vostro sugo e lasciate andare per almeno una ventina di minuti.

Nel frattempo mettete la pasta a lessare in abbondante acqua salata.

Scolate la pasta al dente e mettetela in padella con qualche cucchiaio di acqua di cottura e lasciate andare ancora per qualche minuto.

Condite con un filo d’olio a crudo e una generosa manciata di prezzemolo.

Fate saltare la calamarata con i calamari un paio di minuti in padella, girando delicatamente la pasta in modo che si insaporisca nel sugo.

Servite quindi la calamarata guarnendo i piatti con altro prezzemolo tritato.

Vediamo le varianti di questa ricetta.

Calamarata con frutti di mare

A Napoli è molto conosciuta anche la calamarata ai frutti di mare.

Il gusto è più intenso e meno delicato della calamarata originale.

Utilizzate 400 grammi di vongole, 400 grammi di cozze, 400 grammi di gamberoni e 400 grammi di calamari.

Il sugo viene preparato in base ai tempi di cottura di ogni frutto di mare. In una padella capiente mettete un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e le cozze e le vongole, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e chiudete con un coperchio per qualche minuti, fino a che tutti i gusci si saranno aperti.

Una volta aperti togliete sia le cozze che le vongole e mettetele da parte.

In padella mettete i pomodorini tagliati a metà e la passata di pomodoro, unite i calamari e lasciate andate per circa 20 minuti.

A cinque minuti dalla fine della cottura unite i gamberoni, precedentemente puliti, e lasciate che si cuociano completamente.

Spegnete il fuoco e unite nuovamente le cozze e le vongole sgusciate e condite con una generosa manciata di prezzemolo tritato.

Unite quindi la pasta, fate saltare in padella per due minuti e servite la calamarata ben calda.