Bonus baby sitter anche per nonni e zii: requisiti, come funziona e come ottenerlo

Il bonus baby sitter è una delle misure di sostegno alle famiglie più utilizzato dagli italiani.

Un’importante novità riguarda proprio questa misura che sarà utilizzabile anche per nonni e zii che si occupano dei piccoli.

Il bonus baby sitter dal valore massimo di 1.200 euro potrà essere utilizzato per pagare i nonni (o altri parenti) che accudiscono i nipoti mentre i genitori sono al lavoro. C’è però una condizione ineludibile: i nonni non devono risiedere nella stessa casa dei bambini.
La novità è stata introdotta dal decreto Rilancio e chiarita dall’Inps nella circolare numero 73 ed è valida solo per l’emergenza Coronavirus.

Dramma ad Amalfi: uomo perde la vita nei pressi della spiaggia libera

Un vero e proprio dramma si è consumato poco fa ad Amalfi nei pressi della spiaggia libera. Un giovane 40enne amalfitano ha perso la...

L’Istat certifica infatti che quando entrambi i genitori lavorano, nel 60,4% dei casi i bambini sotto i due anni vengono lasciati ai nonni. Si sale al 61,3% quando il piccolo ha tra i 3 e i 5 anni.

Proprio per questo nelle prossime ore ci si attende un vero e proprio boom di richieste da parte di milioni di famiglie italiane.

Il bonus è rivolto a tutte le famiglie, anche affidatarie, con figli minori di 12 anni. Il beneficio spetta a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa