Best Italian Wine Awards: il Fiorduva di Furore è tra i migliori 50 vini d’Italia

C’è anche la Costiera Amalfitana tra i grandi vini italiani. Ancora un traguardo per il nettare di punta dell’azienda vinicola Marisa Cuomo di Furore: il Fiorduva, annata 2016, che figura tra i migliori 50 vini d’Italia. Il verdetto è arrivato dalla giuria internazionale del Biwa (Best Italian Wine Awards) che ha selezionato migliaia di etichette sul territorio nazionale decretando la classifica dei top 50.

Il Fiorduva di Furore si è collocato al 27esimo posto alle spalle di etichette importanti che occupano le prime posizioni di questa nuova classifica. Ma non è tutto perché il vino della Costiera Amalfitana è l’unico a rappresentare la Campania.

Tra le regioni italiane è in testa Piemonte con 16 bottiglie mentre l’Alto Adige ha piazzato tre etichette tra le prime 10 posizioni. La classifica vede al primo posto il Sassicaia di Tenuta san Guido (2015) e a seguire il Barbaresco Asili di Roagna e il Brunello Tenuta Nuova (Casanova di Neri).

Elia Fongaro confessa:”Non sono innamorato di Jane. Lei deve risolvere i suoi problemi”.

Elia Fongaro è stato ospite di Mattino 5 il programma condotto da Federica Panicucci dove, inevitabilmente, si è tornato a parlare della sua storia con Jane...

E’ comunque il Piemonte, con 16 vini, la regione più rappresentata in questa Top 50. A seguire la Toscana con 9 etichette, la Lombardia (5), l’Alto Adige e Sicilia rispettivamente con 4, le Marche (3), il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e l’Emilia Romagna con 2. Chiudono l’Abruzzo, la Sardegna e la Campania rispettivamente con una sola etichetta.

Quest’ultimo riconoscimento per il Fiorduva di Furore si va ad aggiungere ai molti altri già ricevuti nel corso degli anni e che testimoniano la straordinaria passione per il vino che ha portato le Cantine Marisa Cuomo di Furore tra i migliori marchi dell’enologia italiana a livello internazionale.

Il Furore Bianco Fiorduva continua a fare incetta di riconoscimenti. Vino dal colore giallo con i riflessi oro ha un profumo ricorda l’albicocca e i fiori di ginestra con un richiamo di frutta esotica. Al gusto è morbido, denso e caratterizzato da una importante persistenza aromatica di albicocca secca, uva passa e canditi.

Nato nel 1942, il Gran Furor Divina Costiera è un marchio che nasce per accompagnare la vendita dei vini nel borgo costiero di Furore. Andrea Ferraioli, discendente da un’antica famiglia di vinificatori locali, acquista il marchio Gran Furor Divina Costiera nel 1980, per produrre un vino di altissima qualità recuperando i segreti dei suoi avi e la secolare tradizione vinicola del suo paese natio insieme a sua moglie Marisa Cuomo.