Ballottaggi: Gambino trionfa a Pagani, Valiante a Baronissi. Alfieri sindaco a Capaccio

Domenica di ballottaggi anche in provincia di Salerno dove erano 5 i comuni oltre i 15.000 abitanti chiamati al voto. Esattamente Baronissi, Capaccio Paestum, Pagani, Sarno e Scafati.

A Pagani Alberico Gambino, consigliere regionale in carica, ritorna a conquistare la fascia di sindaco con oltre il 60% dei voti che gli hanno consentito di battere il diretto avversario Salvatore Bottone. Alla coalizione che sosteneva Gambino vanno 15 seggi mentre 4 sono stati assegnati alle liste che sostenevano Bottone. Due i seggi conquistai dalla coalizione che sosteneva il terzo sfidante, Raffaele Maria De Prisco.

A Baronissi ce l’ha fatta Gianfranco Valiante che con il 55% circa dei voti ha battuto il diretto avversario al ballottaggio Luca Galdi. Per l’ex consigliere regionale di Campania Libera si tratta di un ritorno a palazzo di città dopo l’anticipato scioglimento della precedente consiliatura il 18 febbraio scorso.

Oroscopo Paolo Fox Domani 23 Giugno: Previsioni e Classifica dei segni

E’ giunto il momento di scoprire cosa vi riservano le stelle e le previsioni leggendo l’oroscopo Paolo Fox di domani Domenica 23 Giugno, Previsioni e...

E duro è stato il primo commento di Valiante a quella sfiducia da cui poi scaturì la determinazione del prefetto di Salerno. Il neo sindaco di Baronissi sarà sostenuto da una maggioranza di 10 consiglieri, mentre il suo sfidante al ballottaggio porterà con se tra i banchi della minoranza due consiglieri. All’opposizione anche a Giovanni Moscatiello che capeggiava una delle altre due coalizioni in campo

Francesco Alfieri, cambia comune e ne diventa sindaco. Stavolta, dopo l’esperienza ad Agropoli, ha conquistato la fascia di primo cittadino di Capaccio Paestum grazie ai 6221 voti pari al 53,58% (saranno 10 i consiglieri che formeranno la maggioranza) che gli hanno consentito di staccare di quasi mille voti Italo Voza a capo di una coalizione di centro destra che conquista 4 seggi in consiglio comunale.

Nessuna sorpresa a Sarno dove Giuseppe Canfora, che guidava una coalizione di centro sinistra, si conferma sindaco con il 54,66% dei voti. Staccato di quasi 1500 preferenze il suo diretto avversario Giovanni Cocca che si ferma al 45,35%.

Quindici saranno i consiglieri comunali che compongono la maggioranza di Canfora in consiglio comunale mentre gli altri sette seggi sono così divisi: 4 alla coalizione del suo sfidante al ballottaggio, Coccia, e tre al raggruppamento di centro destra che sosteneva Anna Robustelli. Resta fuori dal consiglio comunale il Movimento 5 Stelle che si era presentato da solo con Aniello Prisco.

A Scafati vince Cristoforo Salvati con una seconda coalizione di centro destra che porterà in consiglio comunale 15 consiglieri tra i banchi di maggioranza. Non ce l’ha fatta Michele Russo che a per un po’ durante la fase finale dello scrutinio era addirittura passato in testa.

Siederà all’opposizione insieme con altri due consiglieri eletti nella coalizione che lo sosteneva, mentre gli altri 2 seggi sono stati assegnati al raggruppamento di liste che faceva capo a Marco Cucurachi. L’esito finale ha visto a Scafati la vittoria di Salvati con il 51,87% (in totale sono stati incassati 9683 voti) contro Russo che si è fermato al 48,13 (8986).