Avellino: è attesa per oggi la sentenza del Tar sulla riammissione in Serie B

C’è grande attesa ad Avellino per la sentenza da parte del Tar del Lazio attesa per questo pomeriggio. In ballo c’è la possibile, seppur difficile, riammissione in Serie B, gli irpini al momento sono iscritti al campionato di Serie D.

La decisione di estromettere i Lupi dalla cadetteria è legata ad un’inadempienza amministrativa, giunta a fine luglio, nonostante una ricapitalizzazione di circa 5 milioni di euro.

Walter Taccone, presidente dell’Avellino, lamenta una disparità di trattamento rispetto ad altre società. A confortare le tesi del patron irpino c’è fatto che alle società inadempienti, tra cui Palermo e Lecce in B, è stato consentito di mettersi in regola entro i successivi 29 giorn, stabilendo che la sanzione per chi avesse violato questo termine sarebbe stata di una penalizzazione di 8 punti in classifica nel campionato in corso.

Cetara: domani un corso aggiornamento per i gestori di strutture extralberghiere

Domani, 19 novembre, a partire dalle 15.00 alla Sala polifunzionale “M.Benincasa” di Cetara si svolgerà un corso corso di aggiornamento gratuito per i gestori...

Che si è aperto il 24 agosto e che è stato confermato con il format a 19 dal Collegio di Garanzia dopo aver dichiarato inammissibili i ricorsi per i mancati ripescaggi di Novara, Catania, Siena, Ternana, Pro Vercelli ed Entella, società attese a fine mese al TFN per nuovi giudizi endofederali.

Una situazione decisamente caotica e difficile da dirimere. Toccherà ai giudici della Tar del Lazio decidere, nella giornata di oggi, se l’Avellino può essere riammesso in Serie B.