Atrani ricorda Francesca Mansi con un’opera del maestro Pirozzi

Un monumento in ricordo di Francesca Mansi, la giovane dottoressa in scienze del turismo morta in seguito alla valanga di acqua e detriti che il 9 settembre del 2010 travolse il centro di Atrani. Verrà inaugurato domani pomeriggio in occasione del quinto anniversario della tragica alluvione che sconvolse il piccolo borgo marinaro della Costiera Amalfitana dove è ancora forte il ricordo di quel drammatico evento. La cerimonia è in programma alle 18 nella piazzetta Umberto I, invasa dal torrente Dragone esondato a causa della pioggia torrenziale e delle numerose frane che si riversarono nel corso di acqua. Qui, al centro del paese, dove quelAggiungi nuovola maledetta notte del 9 settembre si cercò senza sosta il corpo di Francesca Mansi, sarà inaugurata l’opera d’arte intitolata “La resilienza”, donata dal maestro Giuseppe Pirozzi, tra gli scultori più rappresentativi del panorama italiano contemporaneo, al Comune di Atrani per rendere un giusto omaggio alla memoria di Chicca. Alla cerimonia oltre al papà Raffaele e ai fratelli di Francesca parteciperà il sindaco Luciano De Rosa insieme con i colleghi della Costa d’Amalfi mentre il coro polifonico Pina Elefante allieterà l’evento, regalando alla cerimonia alcuni brani del proprio repertorio. Al parroco Don Pasquale Imperati benedirà l’opera d’arte collocata al disotto del supportico che conduce alla spiaggia. L’opera dedicata a Francesca è un altorilievo in terracotta nel cui impianto compositivo prendono forma alcuni elementi figurativi che rimandano al paesaggio atranese e al volto di una giovane donna.