Atrani: inaugurato ieri sera il pannello “Nel Blu Profondo” dell’artista Clara Garesio

Si chiama “Nel Blu Profondo” l’opera che l’artista Clara Garesio ha donato al Comune di Atrani e che è stata inaugurata ieri sera in Piazzale Marinella.

L’opera è un pannello in ceramica composto da cinque formelle che ritraggono gli abitanti del mare, quel Mare Mediterraneo così caro non solo ad Atrani o alla Costa d’Amalfi ma all’Italia intera. Lì dove il blu predomina, la Garesio ha lavorato nella ceramica pesci, coralli, cavallucci marini e polpi che rendono così vivo e pescoso il nostro mare.

All’inaugurazione di “Nel Blu profondo”, oltre all’artista, erano presenti suo marito, il professor Giuseppe Pirozzi, anch’egli artista e insignito insieme alla moglie del “Premio cittadinanza Atrani”; la loro figlia Francesca Pirozzi, architetto e professoressa di storia dell’arte, oltre che il sindaco Luciano de Rosa Laderchi e l’amministrazione comunale.

Cava de’ Tirreni: Ruba le Offerte ai Poveri, Arrestato dalla Polizia

Vi ricordate il personaggio di Robin Hood che rubava ai ricchi per dare ai poveri? Ebbene, qui siamo di fronte al contrario, si ruba...

«L’opera di Clara Garesio – ha dichiarato il sindaco Luciano de Rosa durante l’inaugurazione, segna il legame profondo che c’era e c’è ancora tra Atrani ed il Mare. Il pannello va ad arricchire le opere ceramiche già presenti in paese: l’opera di Cargaleiro, di Mao, dello stesso Pirozzi e di Lucio Liguori con l’omaggio ad Escher del Viale delle Metamorfosi. Questo pannello aggiunge un altro tassello alla storia di Atrani. Grazie dunque all’artista».

«Sono molto felice di aver donato quest’opera ad Atrani – ha invece dichiarato la signora Garesio-. Qui in paese ho passato parte della mia giovinezza ed ho insegnato ai miei figli ad amare proprio come me Atrani. Questo è quello che so fare, lavorare la ceramica, e sono felicissima di aver donato “Nel Blu Profondo al Comune di Atrani».

L’inaugurazione del pannello è stata inserita all’interno del programma “Stelle Divine – Festival del Mediterraneo”, progetto cofinanziato con i fondi a valere sul programma operativo complementare (POC Campania 2014/2020) e gode dei patrocini morali dell’UNICEF, de I Borghi più belli d’Italia, dell’UNPLI Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, dell’AiCC Associazione Italiana Città della Ceramica, del FAI Fondo Ambiente Italia Campania, del Touring Club Italiano Corpo Consolare della Campania, del Distretto Turistico Costa d’Amalfi.