Astipe e mmiette ncore, quanno è ttiempo, cacce fòra: il proverbio del 28 Novembre

Astipe e mmiette ncore: quanno è ttiempo, cacce fòra! E’ questo il proverbio di oggi 28 novembre.

Andiamo a scoprire qual è il significato dell’amato detto e perché è così tanto amato dalle persone.

Astipe e mmiette ncore, quanno è ttiempo, cacce fòra

A chi non sarà capitato nella vita di dire almeno una volta “Astipe e mmiette ncore: quanno è ttiempo, cacce fòra”.

La traduzione e il significato del detto sono abbastanza chiari: Conserva nel tuo intimo l‘acredine per i torti subiti ed, al momento opportuno, prenditi una adeguata rivincita.

L’Almanacco del giorno

Il 28 novembre 1680 muore Gian Lorenzo Bernini. Tra i maggiori artisti italiani della sua epoca, fu l’architetto di Piazza San Pietro e della fontana di Piazza Navona a Roma.

Nel 1985 esce sulla rivista Nature la scoperta del primo marker genetico, un segmento di Dna difettoso che predispone alla ereditarietà della fibrosi cistica.

Il 28 novembre del 2005 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi insignisce l’attore e regista Roberto Benigni dell’ordine al merito della Repubblica Italiana, nominandolo Cavaliere di Gran Croce.

Nati oggi

Sono nati oggi il poeta inglese William Blake (1757, morto nel 1827), lo scrittore Alberto Moravia (1907, vero nome Alberto Pincherle, morto nel 1990), l’oncologo Umberto Veronesi (1925-2016), l’attrice Laura Antonelli (1941, vero nome Laura Antonaz, morta nel 2015), l’ex calciatore Alessandro Altobelli (1955, campione del mondo 1982 e autore di un gol in finale), la modella americana Anna Nicole Smith (1967, vero nome Vickie Lynn Hogan, morta nel 2007), l’ex calciatore del Palermo Fabio Grosso (1977, campione del mondo 2006 e realizzatore dell’ultimo rigore in finale), l’attrice Martina Stella (1984).