“Asterix e la corsa in Italia”: nel fumetto il Gallico batte… Coronavirus!

In questi giorni in cui l’Italia, ma anche il resto del mondo si trovano a fare i conti con il Covid-19, è balzato agli occhi un fumetto di Asterix in cui compare proprio il temuto Coronavirus.

Nel fumetto “Asterix e la corsa in Italia” del 2017, i due protagonisti, Asterix e Obelix hanno dovuto fare i conti con una gara di bighe contro Coronavirus e Bacillus.

Nella versione francese, tedesca, inglese e italiana di questo episodio dei galli che si oppongono agli antichi romani, infatti, si parla proprio di “Coronavirus”. Ovviamente dobbiamo specificare che in medicina per “coronavirus” si intende una vasta famiglia di virus respiratori all’origine di varie patologie, dal comune raffreddore a sindromi più gravi. Il coronavirus che sta allarmando il mondo si chiama infatti COVUD-19.

Stato di emergenza Covid esteso fino al 31 dicembre: cosa significa e cosa cambia

Il Governo avrebbe deciso di prolungare lo stato di emergenza per il Covid-19 fino al 31 dicembre. Secondo quanto riportato da La Stampa, infatti, l'esecutivo sarebbe d'accordo...

Per cui sicuramente gli autori del fumetto targato Goscinny/Uderzo non sono stati dei veggenti, ma la cosa non è passata affatto inosservato.

In “Asterix e la corsa in Italia” Coronavirus è il campione romano di corsa di bighe che Asterix e Obelix sono inviati a battere in una gara antesignana del Giro ciclistico d’Italia.

Nella 48 pagine a colori del fumetto il popolo romano inneggia all’auriga Coronavirus, accompagnato, guarda caso, dall’assistente Bacillus, ignara degli intrallazzi affaristici e del trionfo della corruzione a cui una sua vittoria porterebbe.

Una coincidenza dunque che in questi giorni è balzata alle cronache facendo il giro del web.