Arriva dalla Costiera la migliore pizza di Reggio Emilia. Lo dice Gambero Rosso

La migliore pizza di Reggio Emilia è made in Costiera Amalfitana. Si proprio così. Per l’esattezza di Tramonti, il polmone verde della Divina, di cui è originario Giovanni Mandara al quale stamane Gambero Rosso ha consegnato ufficialmente i tre spicchi (l’equivalente dei tre bicchieri previsti per i migliori vini) alla sua pizza in occasione della presentazione della Guida alle Pizzerie 2017 svoltasi questa mattina a Napoli presso Palazzo Caracciolo. Il riconoscimento quale migliore pizzeria va al suo locale Piccola Piedigrotta a Reggio Emilia dove Giovanni ormai vive da oltre un ventennio. E per lui è stato un orgoglio ricevere il premio nella sua regione, la Campania che guida con dodici migliori pizzerie la graduatoria delle 49 eccellenze italiane.

giovanni-mandara-tramonti-tre-spicchi

Colui che si è inventato il folkloristico mestiere del pizzaiolo on the road, in giro fra strade e grandi eventi col suo forno itinerante istallato sul cassone di un fuoristrada
e che è stato persino capace di far assaggiare la sua tonda nientemeno che a Papa Francesco, oppure di prodigarsi, come accaduto qualche settimana fa prima a Pescara del Tronto poi a Mantova in iniziative benefiche, ha trasferito al nord tutti i segreti della grande tradizione di Tramonti. Già perché il riconoscimento ottenuto da Giovanni Mandara è un premio al prodotto simbolo del comune montano ed anche a quel flusso migratorio che portò lontano dai luoghi perfetti dell’infanzia migliaia di persone oggi sparse nell’area settentrionale e tutti impegnati nel campo della ristorazione. Con Giovanni Mandara esulta Reggio Emilia (la sua è l’unica pizzeria premiata in Emilia Romagna) ma anche la Costiera Amalfitana perché un suo figlio è riuscito in una impresa importantissima: accreditare il valore e la storia di un alimento che Tramonti ritiene aver concepito prima ancora di Napoli. Una bella storia che riscatta il cuore generoso della gente di Tramonti dai tanti sacrifici fatti in questi anni e premia un giovane emergente, poliedrico, bizzarro e incredibilmente bravo a prendere per la gola anche quei rigorosi ispettori che lo hanno premiato con i Tre Spicchi. Auguri Giovanni. Viva Tramonti, viva la Piccola Piedigrotta nel cuore di Reggio Emilia.