Ancora truffe ad anziani. A Sorrento raggiro operato da finto delegato del Comune

Si è presentato nell’abitazione di due anziani, lui di 84 anni, lei di 66, spacciandosi per un delegato del comune. E’ accaduto a Sorrento, giovedì scorso, poco prima di mezzogiorno, dove da allora si cerca l’uomo protagonista dell’ennesimo raggiro.

Distinto ed educato, ha bussato alla porta dell’abitazione di una coppia di anziani residenti nel quartiere Santa Lucia, dicendo di essere un dipendente comunale, inviato per comunicare l’esenzione dal pagamento della tassa sui rifiuti e del canone tv.

Poi, con la scusa di dover prendere le misure dell’appartamento e approfittando di un momento di distrazione dei due anziani, ha sottratto il bancomat dalla borsa della donna e tentato, per fortuna senza riuscirci, di estorcere la somma di cento euro giustificando la richiesta per coprire le stese di adempimenti.

«Da quello che ci risulta si tratta di un episodio isolato, dove il nome del Comune di Sorrento viene utilizzato per portare a segno un reato così odioso come la truffa a persone anziane – ha spiegato in una nota il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo – Vogliamo mettere in guardia i nostri concittadini e raccomandare loro di non aprire la porta della propria casa a persone sospette, ed eventualmente chiedere aiuto alle forze dell’ordine ai numeri di emergenza 112, 113 o 117».

Una truffa che i due malcapitati hanno prontamente denunciato ai carabinieri di Sorrento, che ora indagano per risalire all’identità del malvivente. L’uomo, grazie alla prontezza delle vittime, che hanno subito richiesto il blocco della carta di credito, non è riuscito ad effettuare alcun prelievo di contante.