Ambiente, a Sorrento sventola ancora la Bandiera Blu

Si è svolta ieri sera, a Sorrento, la Festa della Bandiera Blu, assegnata per il quarto anno consecutivo alla cittadina costiera.

L’iniziativa ha preso il via nel chiostro di San Francesco, con un talk show sui temi della sostenibilità al quale hanno preso parte i sindaci di Sorrento, Massimo Coppola, e di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese, il presidente del consiglio comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco, il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, il direttore generale dell’Arpa Campania, Stefano Sorvino e l’amministratore delegato di Gori, Vittorio Cuciniello, moderati dal giornalista Luigi D’Alise.

“Fin dal momento dell’insediamento della mia amministrazione, abbiamo rivolto lo sguardo verso una città quanto più possibile ecosostenibile, iniziando anche dai piccoli gesti quotidiani – ha sottolineato il sindaco, Massimo Coppola – La Bandiera blu è un risultato importante, il cui merito va soprattutto ai cittadini che hanno reso possibile conseguirlo, grazie al loro impegno sul fronte della tutela ambientale”.

“Quest’anno la Bandiera Blu ha un significato particolare, legato alla ripartenza dopo un periodo di grave crisi economica e sociale causato dalla pandemia, dal quale lentamente stiamo venendo fuori – è intervenuto il presidente del consiglio comunale, Luigi Di Prisco – Un grazie a tutti coloro che a vario titolo, dalle forze dell’ordine alle associazioni di volontariato, collaborano da tempo perla difesa dell’ambiente”.

Al termine dell’incontro, la cerimonia dell’alzabandiera nella villa comunale Salve D’Esposito, accompagnata dall’esibizione dell’Orchestra del liceo musicale Francesco Grandi di Sorrento, diretta da Domenico Guastafierro.