Amalfi: Scambio di libri scolastici organizzato dall’organizzazione “Eccoci”

Foto di Francesco Gambardella

Un nuovo anno scolastico è alle porte e con esso anche le spese finalizzate ad acquistare il materiale necessario.

Sui banchi degli studenti, infatti, non possono mancare astucci, zaini, penne, colori, ma soprattutto i libri di testo da cui i ragazzi apprenderanno nuove cose.

Proprio per agevolare l’acquisto di quest’ultimi l’organizzazione di volontariato “Eccoci” ha deciso di inaugurare il nuovo anno scolastico lanciando un’iniziativa innovativa, ma soprattutto utile.

Chi era nella realtà l’amante di Bettino Craxi ad Hammamet? Storia vera

Bettino Craxi ha avuto al suo fianco per 41 anni la moglie Anna Maria Moncini e un'altra donna che lo ha raggiunto anche ad Hammamet.Si tratta...

Da questo ieri e fino a venerdì 10, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, nei pressi dell’Istituto statale Fra Gerardo Sasso (più precisamente nella piazza Spirito Santo di Amalfi) si terrà un vero e proprio scambio di libri scolastici.

Gli studenti che frequentano le medie e le superiori ad Amalfi possono recarsi qui per scambiare, lasciare o semplicemente prendere, in maniera totalmente gratuita, i libri di testo degli anni passati o quelli di cui avranno bisogno per affrontare l’anno che verrà.

L’unica condizione è la seguente: possono essere lasciati solamente i libri attualmente in uso negli istituti.

Ma non c’è da preoccuparsi in quanto lì sul posto saranno presenti volontari e studenti che, controllando le liste dei libri di ogni classe, potranno sciogliere ogni dubbio al riguardo.

L’iniziativa, come viene descritta dalla pagina Facebook dell’associazione “Eccoci”, si pone l’obiettivo di promuovere e trasmettere non solo la cultura racchiusa nei libri, ma soprattutto la cultura del riuso.

Di fatto, viviamo nel mondo dove “il nuovo è sempre meglio” e ciò va a ledere soprattutto l’ambiente. In questo caso milioni e milioni di alberi vengono abbattuti ogni giorno per stampare sempre nuovi libri, che il più delle volte rimangono in perfette condizioni e totalmente riutilizzabili.

Inoltre, questa nuova proposta può aiutare tutte quelle famiglie che a causa della crisi pandemica stanno vivendo un periodo di difficoltà.

Invitiamo quindi a collaborare al fine di aiutare l’ambiente, gli altri e noi stessi.