Amalfi: riapre La Caravella, il ristorante stellato che unisce arte e gusto

La Caravella, noto ristorante stellato di Amalfi, ha riaperto ieri le porte del gusto agli amanti del cibo di qualità.

La nuova stagione lavorativa si apre per La Caravella all’insegna dell’arte che passa attraverso il palato, gli occhi e la mente con le loro degustazioni, le etichette rare e i pezzi unici in ceramica. Con il locale stellato hanno riaperto anche la Art Gallery e della Cantina rarità.

In rispetto delle norme anticovid, La Caravella ha ristrutturato i locali, diventando ancora più ecologica ed esclusiva con i suoi 24 coperti, numero adeguato alle normative in corso, per donare ai clienti un’esperienza ancora più unica.

La Caravella – storia

Chi è Lello Arena: età, carriera, moglie, figli e curiosità

Lello Arena è un cabarettista e attore italiano, esponente della nuova comicità napoletana assieme a Massimo Troisi ed Enzo Decaro. Chi è Lello Arena: età,...

La Caravella di Amalfi nasce nel 1959. Oggi, Stella Michelin, è uno dei ristoranti più importanti e rinomati del Sud Italia. Entrò nel gotha della ristorazione italiana già negli anni sessanta, quando fu il primo del Sud Italia a ricevere la Stella dalla guida Michelin.

Situato nel centro della città, vi si respira l’aria della grande storia della prima Repubblica Marinara. È, infatti, attiguo agli Antichi Arsenali in un palazzo del 1100, che fu dimora dei Piccolomini, fondatori del Ducato Amalfitano. L’ala del palazzo, deve è collocato il Ristorante La Caravella, fu adibita, nel rinascimento ad archivio Ducale.

Sa di terra e di mare, di oriente e di occidente la cucina de “La Caravella ”, che riscopre le antiche ricette Amalfitane, riproponendole in una versione rivisitata con rigore, che esalta meglio e di più profumi, sapori e genuinità della nostra Terra e del nostro mare (Gaetano Afeltra, giornalista e scrittore).

L’ambiente elegante, curato nei minimi particolari, ospita una bella e ricca collezione di opere dei più grandi Maestri ceramisti della Costa di Amalfi dal 1800 a oggi, tanto che “La Caravella”, è considerato a giusta ragione un ristorante Museo.

Gelosi, scrupolosi e sapienti custodi di questo santuario della buona tavola sono i Dipino che da generazioni si tramandano i segreti e le estrose invenzioni di nonne e mamme, nel solco di una tradizione aperta all’innovazione.