Amalfi: quasi conclusi i lavori al Duomo. Smontato il telo che riproduce la facciata / Foto

Possono definirsi conclusi i lavori di restauro al Duomo di Amalfi, lavori iniziato lo scorso anno e che hanno interessato esclusivamente la facciata.

Durante la giornata di ieri è iniziato lo smontaggio dei teloni e dei pannelli che dallo scorso 25 marzo hanno coperto il simbolo di Amalfi, pannelli che erano stati realizzati dalla Ferrarelle Spa, la famosa azienda di acque minerali campana.

Il finanziamento di 230mila euro per lavori urgenti di recupero e restauro della facciata dello splendido Duomo di Amalfi era stato assegnato alla Soprintendenza di Salerno dal Ministro della Cultura Dario Franceschini attraverso i fondi di competenza del Mibact.

Regione Campania: nuova fake news sulla campagna vaccinale

La Regione Campania, attraverso la propria pagina facebook istituzionale, ha segnalato l'ennesima fake news che sta circolando in queste ore riguardante la campagna vaccinale. "Puntualmente, ogniqualvolta...

Il tutto dopo che al deputato salernitano Tino Iannunzzi era arrivato il grido d’allarme dalla Comunità, ed in particolare l’allarme Vincenzo Del Pezzo, fondatore anche del gruppo Facebook “Salviamo la facciata del Duomo”, di Gennaro Di Lieto, Gennaro Mngieri e Carlo De Luca e dalla Curia di Amalfi.

I lavori di restauro si sono svolti sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino. Come ha riferito ad Amalfi Notizie il Funzionario responsabile della zona, Lina Sabino, è previsto per giovedì un sopralluogo per determinare gli ultimi ritocchi.

Il finanziamento necessario al restauro è arrivato dopo una lettera da parte della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino con richiesta di finanziamento al Ministro dei Beni Culturali e Turismo che ha approvato la somma di 220 mila euro.

I lavori sono durati circa un anno. E’ stato restaurato il mosaico del frontone realizzato da un grande artista napoletano come Domenico Morelli, in cui viene riprodotto il trionfo di Cristo sull’orgoglio umano. L’opera fu realizzata in seguito al crollo della vecchia facciata del duomo avvenuta nel dicembre 1861 e inserita all’interno del progetto di rifacimento firmato Enrico Alvino.

Inoltre sono stati eseguiti lavori strutturali legati ad infiltrazioni d’acqua, dissesti e varie lesioni.

Tanta attesa dunque ad Amalfiper rivedere il Duomo di Sant’Andrea in tutto il suo ritrovato splendore.