Amalfi: Manuel Cargaleiro fa visita alla mostra nell’Arsenale

Ieri, la giornata tra le più belle della “sua lunga vita”. Oggi, una full immersion nella città che per prima lo ha valorizzato: dall’owner della Caravella, Antonio Dipino, che nel suo ristorante gourmet ha in bella mostra alcune preziose ceramiche del maestro, all’amministrazione comunale guidata dall’allora sindaco Antonio De Luca, che autorizzò all’inizio dello “stradone” l’installazione del pannello “Io preferisco i fiori” realizzato per suggellare e ricordare la battaglia vinta contro le trivellazioni petrolifere al largo della Costiera. Manuel Cargaleiro, pittore e ceramista portoghese nato nel 1927, considerato il grande innovatore della tradizione degli azulejos (per questo le Poste portoghesi nel 1985 gli hanno dedicato un francobollo) oltre che protagonista indiscusso dell’arte europea da oltre cinquant’anni, è stato ospite stamane della cittadina capofila della Costiera. Qui, accompagnato dagli assessori alla cultura, Enza Cobalto, alle finanze, Massimo Malet, e all’agricoltura Antonietta Amatruda, ha fatto visita alla mostra di arte presepiale allestita nell’antico Arsenale di Amalfi e firmata dal maestro Ercolano.  In compagnia dell’ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede e del sindaco di Ravello, Cargaleiro si è intrattenuto a lungo con gli amministratori di Amalfi e con qualche amico amalfitano. A Manuel Cargaleiro è dedicato anche un nato nel 2003 grazie a un progetto della Provincia di Salerno e dello stesso artista portoghese. All’interno del Museo, ospitato all’interno del Palazzo dei Duchi Carosino in Corso Umberto I a Vietri sul mare, sono esposte opere di artisti provenienti da tutti i paesi del Mediterraneo, che raccontano le proprie culture interpretando in chiave moderna l’antica arte della ceramica.