Amalfi: il 16 febbraio all’Arsenale il rock musical statunitense “Murder Ballad”

Approda per la prima volta in Italia, e proprio ad Amalfi, “Murder Ballad”, il rock musical statunitense ideato e scritto da Julia Jordan, con i testi e le musiche di Juliana Nash.

“Murder Ballad” è uno degli spettacoli più originali degli ultimi vent’anni di produzione Off-Broadway che narra di un  triangolo amoroso, il rock e un omicidio. Il musical sbarca ad Amalfi sabato 16 febbraio alle 18.30 e avrà come protagonista un cast eccezionale diretto da Ario Avecone e Fabrizio Checcacci: Arianna, Antonello Angiolillo, Leonardo Di Minno, Myriam Somma, Valentina Naselli, Jacopo Siccardi, Martina Cenere e Cosimo Zannelli, direttore musicale dello spettacolo.

Il musical approda in Italia grazie al regista e produttore Ario Avecone, ideatore del musical immersivo, che da 7 anni porta in scena “Amalfi 839AD” Opera Musical presso l’Arsenale della Repubblica amalfitana, con grande successo di pubblico e critica. Lo spettacolo è stato organizzato con la collaborazione e il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Amalfi e per volontà dell’assessore Cobalto.

Oroscopo Paolo Fox Pasqua Oggi 21 Aprile: Le previsioni segno per segno

Anche oggi siamo giunti quasi a metà di questa giornata, andiamo a scoprire cosa vi riservano gli astri leggendo l’Oroscopo Paolo Fox Pasqua oggi Domenica...

Per la replica amalfitana il ruolo di Sarah non sarà interpretato da Arianna ma da Valentina Naselli, mentre nel ruolo di Swing subentrerà Martina Cenere, già interprete in diversi lavori di Avecone.

Protagonisti della storia sono Sarah, Tom e Michael, le cui vite s’intrecciano sullo sfondo di una New York anni ‘90 dalle grandi possibilità ma anche dove nascono grandi delusioni: Sarah e Tom sono due giovani artisti innamorati in cerca di fortuna; Michael è uno studioso di filosofia che sposa Sarah dopo la fine della relazione con Tom. Il caso vuole che Sarah e Tom si incontrino nuovamente dopo anni e vivano una nuova passionale storia. Quarto protagonista della storia è il Narratore, il “master of puppets” invisibile agli altri personaggi.

L’adattamento teatrale in questa nuova e affascinante lettura, scritta dallo stesso Avecone, offre una personale interpretazione del testo originale: “Immergeremo il pubblico in un vero e proprio thriller psicologico noir che è un viaggio negli abissi della mente e del cuore – ha dichiarato Ario Avecone – . Sarà  uno spettacolo che al ritmo di rock anni ’90, indaga e scava alla ricerca di una catarsi finale, di una risoluzione, che forse avverrà o forse no”.

Tutto lo spettacolo è scandito dai brani musicali di Juliana Nash, tradotti e adattati in italiano da Ario Avecone, Arianna Bergamaschi, Fabrizio Checcacci, Fabio Fantini e Myriam Somma. L’arrangiamento musicale è rivolto alla melodia e rifugge la rigidità ritmica anglosassone, rendendo l’esperienza unica ed entusiasmante.