Amalfi: furto nella chiesa di San Benedetto. Denunciati 2 uomini del napoletano

I Carabinieri della Stazione di Tramonti, coordinati dal capitano Roberto Martina e dal maresciallo Giorgio Covato, hanno denunciato per furto aggravato due operai originari del napoletano per furto aggravato di oggetti religiosi perpetrato in una chiesa di Amalfi.

In particolare, i militari durante un posto di controllo al Valico di Chiunzi hanno fermato l’auto con a bordo i due uomini, ed insospettiti dal loro atteggiamento hanno scoperto che nel cofano, occultati nel cellophane, nascondevano 5 statue per presepe in gesso e cartapesta alte circa 30 centimetri.

Le immediate indagini hanno permesso di appurare che le 5 statuette erano state trafugate dalla sagrestia della chiesa di San Benedetto di Amalfi, dove i due operi erano stati impegnati nel montaggio dei ponteggi per la ristrutturazione.

Napoli: il 2 giugno riapre il Maschio Angioino

Il Maschio Angioino, uno dei monumenti simbolo di Napoli, è pronto a riaprire a partire dal 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica.Il Comune...

I Carabinieri hanno condotto i due in caserma per le formalità di rito ed hanno restituito immediatamente le statuette al sacerdote che ha manifestato grande riconoscenza all’Arma dei Carabinieri.