Quello di Amalfi non sarà soltanto un Capodanno all’insegna della musica contemporanea: protagonista di quest’ultimo scorcio del 2022 e dell’inizio del prossimo anno saranno, infatti, le sfilate e le esibizioni della Banda del Capodanno Folk Amalfitano.

L’evento vuole essere una sorta di portafortuna per il nuovo anno, tra canti popolari e strumenti tipici della tradizione in un recupero dei ritmi ancestrali partenopei di putipù, triccheballacche, tammorre, castagnelle, tamburelli e scetavajasse.

Una tradizione, quella amalfitana, che si rinnova come ogni anno, in una meravigliosa parata che si snoda attraverso le piazze, le strade e i vicoli della città: l’obiettivo è quello della riscoperta e della ricerca antropologica delle antiche usanze della Costa d’Amalfi e la sua musica popolare, fatta di cantate e nenie.

Alla base del Capodanno Folk Amalfitano, infatti, c’è un grande lavoro di recupero del grande patrimonio orale che si tramanda di generazione in generazione, con lo scopo di non disperderlo.

La sfilata della banda accompagnerà vari momenti del programma di eventi del Natale amalfitano, fino ad arrivare al Capodanno.

Le sfilate in programma inizieranno da questo pomeriggio, alle 15.30, con partenza da Valle dei Mulini ed esibizione in Piazza Duomo.

La manifestazione riprenderà, poi, in occasione del giorno di San Silvestro.

Sabato 31, infatti, ci sarà una doppia esibizione: alle 16,30, infatti, si terrà una sfilata con partenza della Valle dei Mulini, e sarà, poi, riproposta, nell’attesa della mezzanotte in Piazza Flavio Gioia.

Ma una doppia esibizione ci sarà anche in occasione del Capodanno, domenica 1 gennaio, alle 11.30, con partenza della sfilata da Valle dei Mulini e la sua conclusione in Piazza Duomo, e dalle 14.30 alle 18:30, con partenza da Via delle Cartiere e gran finale sempre nella piazza antistante la cattedrale.

L’ultimo appuntamento con il Capodanno Folk Amalfitano si terrà, invece, il 6 Gennaio, giorno dell’Epifania, a partire dalle 16.30, con partenza dalla Valle dei Mulini.

Articolo successivo

Chi è nella realtà Frank Adler il protagonista di Gifted – Il dono del talento: storia vera