Allerta meteo in Campania, le previsioni in Costiera Amalfitana

foto Michele Abbagnara

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un’allerta meteo di colore giallo per la giornata di domani. Analizziamo la situazione in Costiera Amalfitana.

Secondo gli ultimi aggiornamenti sono in forte aumento le possibilità di pioggia durante l’intera mattinata, soleggiato ma meno caldo nel pomeriggio/sera, i venti si disporranno dai quadranti nord-occidentali seppur con intensità debole/moderata. Non ci dovrebbero essere, quindi, fenomeni di forte intensità o altre criticità. Temperature in calo.

Temperature: le massime saranno comprese tra i 27 e i 30°C mentre le minime tra i 16 e i 19°C.

Scopri in anteprima chi è la vera figlia di Emma Conti, nella serie Luce...

Questa sera andrà in onda la quinta puntata della fortunata serie Luce dei tuoi occhi che nel cast vanta attori del calibro di Anna...

Mare: poco mosso.

Di seguito le indicazioni della Protezione Civile della Regione Campania.

I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulmini, possibili grandinate.

A questo quadro meteo è connesso un rischio idrogeologico di livello Giallo con possibili:

–    Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;

–    Inondazioni delle aree limitrofe a corsi d’acqua anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);

–    Allagamenti di locali interra​ti e di quelli a pian terreno;

–    Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;

–    Caduta massi ed occasionali fenomeni franosi, anche in assenza di precipitazioni

–    Caduta di rami o alberi

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di prestare la massima attenzione alle aree interessate da incendi e di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi, sia in ordine al dissesto idrogeologico che alle sollecitazioni dei venti.