Agerola: il sindaco scrive ai cittadini del 2219. “Un regalo alle generazioni future”

Inviare una lettera ai cittadini che vivranno nella propria terra ma tra 200 anni. Potrebbe essere considerato un sogno, un desiderio o un regalo, come l’ha definito Luca Mascolo, il sindaco di Agerola che ha voluto scrivere ai cittadini del paese della Costiera Amalfitana che vi abiteranno nel 2219.

Un viaggio in avanti, o forse indietro per chi avrà la possibilità di leggere la lettera, custodita in una teca.

Una meravigliosa iniziativa che lascerà ai cittadini di Agerola del futuro una testimonianza inequivocabile di quella che è oggi.

Oltre alla sopracitata lettera che porta la firma del sindaco, il timbro del comuni di Agerola e la data di ieri, 18 Aprile 2019, nella teca d’acciaio sono stati inseriti altri cimeli e oggetti che rappresentano questa terra.

Si tratta delle  divise sportive dell’ASD Agerola e del Real Agerola Futsal, che rappresentano lo sport locale in questo momento storico.

La teca è stata inserita sotto la prima colata di cemento per la costruzione del nuovo campo da calcio in zona San Lorenzo. Una meravigliosa iniziativa della quale ha parlato proprio il sindaco Luca Mascolo con un post su Fcebook.

Un’iniziativa che ricorda da vicino quella di alcune scuole che hanno chiesto ai propri alunni di inviare una lettera a loro stessi nel futuro. Solo così tra 15/20 anni sapranno se sono riusciti a realizzare i desideri che avevano da bambini.

Ovviamente l’intendo della teca d’acciaio, definita dal primo cittadino di Agerola un’arca del tempo, servirà alle generazioni future come testimonianza, come ricordo di quel che era il loro paese due secoli prima.